Ternana, è buio pesto.

0
14 views

Sempre più buia e difficile la classifica della Ternana di Giorgini. La squadra rossoverde perde lo scontro casalingo con la Pro Patria dopo aver avuto la grande occasione con il calcio di rigore fallito da Tozzi Borsoi a dieci minuti dal termine. E dopo un secondo tempo giocato praticamente a una porta sola, ma alibi e giustificazioni stavolta lasciano davvero poco spazio in confronto a una situazione di classifica che con la vittoria della Paganese, da difficile diventa a dir poco allarmante.
La partita è piacevole sin dalle prime battute e una volta tanto la Ternana sembra non soffrire delle ormai consuete difficoltà “psicologiche” di approccio alla partita. Da una parte il tentativo dalla distanza di Scandurra (10’) e il rigore reclamato da Tozzi che dopo la spinta di Marino si becca addirittura il giallo per simulazione (25’). Sull’altro fronte i pericoli li portano i veloci esterni Negrini (bravo Ginestra nell’uscita al 15’) e Rosso (diagonale largo al 27’). E’ proprio il talentuoso Rosso a portare in vantaggio i suoi con un contropiede veloce che lascia sul posto Lolli e Fedeli con Ginestra che nulla può sulla conclusione ravvicinata. La risposta della Ternana è affidata come sempre ai piedi di Rigoni: punizione precisa per la testa di Scandurra che gira fuori di un soffio. Poi lo stesso fantasista prova la conclusione diretta dal limite con la palla che fa la barba al palo. E al terzo tentativo la Ternana fa centro: cross dalla sinistra di Danotti, Tozzi Borsoi sale in cielo e schiaccia là dove Anania non può arrivare. La ripresa è un monologo rossoverde. Anania deve superarsi due volte sui calci piazzati di Rigoni mentre Tozzi Borsoi si vede annullare un gol dall’arbitro che aveva fischiato con anticipo un fallo in attacco su azione d’angolo. Poi ancora Tozzi Borsoi, prima di piede sulla sponda di Scandurra (53’) poi di testa sul cross di Lolli (58’), ancora senza fortuna. Ma quando Rigoni entra in area palla al piede puntando Candrina e il terzino lombardo non trova di meglio da fare che stendere il fantasista, il fischio dell’arbitro che indica il dischetto del rigore porta tutti a pensare che dopo tanti sforzi la Ternana è finalmente sul punto di avvicinarsi a una vittoria fondamentale per la sua classifica. Ma il bomber rossoverde, inopinatamente, sceglie la battuta centrale, Anania ci mette il piede e la Ternana si mette le mani nei capelli. Tenta subito di riscattarsi Tozzi Borsoi ma la sua girata in piena area di rigore due minuti più tardi termina di nuovo fuori di un soffio. Dalla padella nella brace quando il neo entrato Ardemagni approfitta di un’indecisione tra Trinchera e Ginestra e sigla facilmente il gol dell’1-2. Nel recupero forcing disperato della Ternana che colleziona calci d’angolo e niente di più, se non l’ennesima figuraccia di questo disgraziato campionato.
Adesso si va allo Zaccheria per vedersela col Foggia: è già sfida salvezza?

Fonte articolo: Paganesecalcio.blogspot.com
Foto: Ternanacalcio.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui