TEAM ANALYSIS : PALERMO

0
10

scritto da Piero Colangelo

ALLENATORE UEFA B
Match Analyst SICS
Osservatore Scout R.O.I.

Il Palermo che scender� in campo al Barbera contro il Foggia non si discoster� molto per atteggiamento ed impostazione di gioco da quello visto all�andata allo Zaccheria nonostante, nel frattempo, ci sia stato il cambio della guida tecnica. Complice l� intricata situazione societaria, culminata con il licenziamento poi rientrato del direttore sportivo Foschi, il Palermo non ha in pratica operato sul mercato invernale, lasciando inalterata la rosa con la sola eccezione del difensore norvegese Gunnarsson che si allena con la squadra ma che, di fatto, non � stato ancora tesserato.
Lo stesso Stellone, ritornato sulla panchina rosanonero dopo che lo scorso campionato non era riuscito a raggiungere attraverso i play off la serie A, aveva sperimento al suo ritorno sulla panchina palermitana un attacco con ben due punte centrali e due sottopunte, una sorta di 4-2-4, � poi ritornato ad un assetto pi� prudente rinunciando ad una delle due punte ed inserendo un altro centrocampista che ha permesso al club siciliano di raggranellare ben 11 risultati utili consecutivi e balzare in testa alla classifica.
La pausa invernale, per� non ha portato bene alla squadra di Stellone, che ha incassato ben 2 sconfitte di fila accompagnate da 4 reti al passivo segnandone una sola.
Questa inversione del trend per quanto riguarda i risultati , � stata accostata a ragioni extracalcistiche, anche perch� i calciatori impiegati sono stati pi� o meno sempre gli stessi e tutti di indiscusso valore per la categoria. Appare comunque evidente una certa involuzione nel gioco, apparso spesso lento e prevedibile e nonostante la squadra eserciti un possesso di palla molto elevato, nelle due ultime prestazioni si sono contare poche conclusioni nello specchio della porta.

Analizzando pi� attentamente l�aspetto tattico, vediamo che Stellone non rinuncia mai alla difesa a 4, potendo contare su difensori centrali di sicuro affidamento. A fianco di Bellusci, indiscusso leader del reparto, si sono alternati il serbo Rajković (´89), lunga esperienza nella Bundesliga ed il giovane polacco Szymiński (´94), quest�ultimo ultimamente preferito al pi� esperto compagno. Entrambi classici difensori dell�est europeo, grande forza fisica ma in difficolt� se devono difendere lo spazio tra la linea difensiva e quella della porta.
Grande scelta sulla fasce per Stellone, nonostante la momentanea indisponibilit� di Mazzotta, l�allenatore pu� optare tra Rispoli, Aleesami, Accardi e Salvi.

Tanta qualit� anche a centrocampo. Fuori discussione � la presenza di Jajalo in cabina di regia , mentre gli altri due posti se li giocano Haas, Murawski (´94), Chochev , tutti e tre, in particolare gli ultimi due, con caratteristiche prettamente offensive, tanto da poter essere schierati anche come trequartisti.
Le sottopunte sono comunque Falletti e Trajkovski, due calciatori di indiscusse qualit� tecniche, capaci di inventare la giocata che permette al compagno di battere a rete, di creare superiorit� numerica grazie alla capacit� di eseguire dribbling vincenti e dotati anche di un buon tiro, in particolare il macedone.
Non � sembrata azzeccata la scelta di Stellone di aumentare la capacit� offensiva della squadra, avanzando Falletti con la Cremonese di una decina di metri, rispetto alla sua posizione abituale, ed arretrando contemporaneamente sulla linea dei centrocampisti Trajkovski che cos� operava da esterno di centrocampo insieme a Chochev. L�allenatore ha messo in campo una sorta di 4-4-1-1 che ha finito per togliere ulteriore incisivit� al reparto offensivo.
L�attacco � al momento l�unico reparto dove l�allenatore non ha possibilit� di scelta. Indisponibili per infortunio Moreo e Nestorovski, rimane il solo Puscas (96) da schierare. Il calciatore per� ha ancora qualche lacuna sotto l�aspetto tecnico tanto che non ha effettuato quel salto di qualit� che tutti prevedevano dopo essere stato determinante con il Benevento nelle finali play off.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui