TEAM ANALYSIS NARDO’

0
68

scritto da Piero Colangelo
Match Analyst FIGC, SICS , PANINI
Allenatore UEFA B
Osservatore Scout R.O.I.

Davvero meritoria la scelta del Nardo’ di affidarsi quasi esclusivamente ad un manipolo di giovani giocatori autoctoni (a parte due o tre calciatori, tutti gli altri sono nativi della penisola salentina). Gli elementi più anziani (si fa per dire), se si escludono gli esperti Danucci ed Aquaro, sono il portiere Mirarco ed il difensore Stranieri, entrambi del 1995.
Tale scelta societaria sembra non aver convinto il tecnico De Luca a cui, ad inizio campionato, era stato affidato l’incarico di guidare la squadra, tanto che la stessa poi è passata nelle mani di Antonio Foglia Monzillo.
La squadra si schiera con il sistema di gioco 4-3-3 e fa molta leva soprattutto sull’entusiasmo e freschezza atletica dei giovani.
In ogni caso, per ogni reparto è presente un giocatore esperto che sotto certi aspetti fa da guida per i compagni.
In porta gioca Mirarco, buon portiere, con un passato anche in C con il Monopoli.
La linea difensiva la guida Aquaro (83), una fugace apparizione anche nel Foggia in C2 nella stagione 2002/03, che lo prelevò in prestito dal Chievo. Centonze dovrebbe fargli compagnia al centro, mentre sulle fasce con molta probabilità opereranno Frisenda e Stranieri , lo scorso anno al San Severo, tutti e tre salentini.
A centrocampo orchestrerà il gioco il tarantino Danucci (83), qualche presenza in passato anche in B con Juve Stabia e Cesena, mentre agiranno ai suoi fianchi come mezzali, Mengoli , per lui un ritorno a casa dopo un anno nelle fila del Gela, e Cancelli, quest’ultimo prodotto del vivaio del lecce.
In attacco il Nardò, si affida alla velocità ed imprevedibilità di Camara (96), calciatore che ricordiamo nell’ Avellino in B, ma mia definitivamente esploso.
Completano il reparto la punta centrale Calemme e la promessa Avantaggiato, anche lui prelevato dalla primavera del Lecce.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui