TARANTO: Presentato Stringara

0
26 views

Paolo Stringara, 46 anni, da Orbetello � il nuovo tecnico scelto dalla dirigenza rossoblu per condurre gli jonici alla salvezza. Il mister � stato presentato in serata nel corso di una conferenza stampa svoltasi al Hotel Nicotel di Castellaneta Marina. Ma la vera notizia della giornata � il ritorno del presidente Blasi, che subito introduce il nuovo nocchiero descrivendo i termini contrattuali: �E� stato scelto nella giornata di ieri (domenica ndr). Stamane era gi� a Taranto. Il contratto sottoscritto durer� fino al termine della stagione con opzione per l�anno prossimo�. Il pensiero del patron jonico scorre veloce e passa in rassegna le tematiche attuali: �Non stiamo trascorrendo un buon periodo. Purtroppo sono successe tante cose dal 2 novembre (data fatidica del battibecco tra il presidente ed alcuni calciatori ndr) in poi. Questa � una famiglia ed il mio obiettivo � quello di salvare il Taranto dalla retrocessione; perci� non lesineremo alcuna risorsa. Una volta raggiunta la salvezza potremo programmare la nuova stagione�.

Dunque Blasi rilancia, ma avverte: �chi non vuole restare a Taranto � giusto che vada via. In ogni caso mi impegno a scovare le mele marce con una ricerca a 360 gradi per isolarle sia dalla squadra che dalla societ�. Di certo il feeling con alcuni calciatori � terminato, ma non serbo alcun rancore. Da questo momento inizia per me l�anno zero. Non voglio pi� fare polemica con nessuno iniziando da Studio 100 tv per finire a BS tv�. Comunque l�imprenditore messapico chiarisce: �sono pronto a farmi da parte, se si presentassero imprenditori pronti a subentrare per fare meglio del sottoscritto. Di sicuro � diverso cedere la societ� in questa categoria rispetto alla C2�. E� anche il tempo delle smentite: �Il Taranto lo amer� sempre, anche quando non sar� pi� il presidente. Per me � come un figlio. E� pazzo chi afferma che non sono pi� interessato alle sorti della mia squadra del cuore�. Doveroso commentare le dimissioni di Franco Selvaggi dalla carica di vice presidente: �Il Sig Selvaggi lo devo solo ringraziare �attacca il numero uno jonico- sabato scorso abbiamo passato l�intero pomeriggio insieme discutendo di riorganizzazione societaria e di campagna di rafforzamento della squadra. Lo stesso Selvaggi aveva contattato alcuni allenatori utili alla nostra causa. Poi in serata, in modo inspiegabile, mi ha chiesto la rescissione del contratto del figlio. Lui avrebbe voluto immediatamente lo svincolo, ma io non potevo firmarlo, in quanto sono squalificato per otto mesi. Ricordate?! Ho pagato trentamila euro di multa, oltre alla squalifica per avere consentito l�accesso gratuito allo stadio ad ottomila spettatori in occasione della semifinale play off Taranto-Avellino di due anni fa, quando il tetto massimo consentito n� prevedeva dodicimila. Tengo a precisare che, perdurando la mia squalifica, il potere di firma sui contratti � stato attribuito al Sig. Michelangelo Cimagliai�.

Ma torniamo a Selvaggi: �la notizia delle sue dimissioni mi ha sorpreso. L�ho appresa dalla tv. In seguito ci siamo sentiti telefonicamente ed ha giustificato la sua decisione con motivazioni ambientali. Di certo si sar� reso conto delle difficolt� gestionali di una societ� calcistica. Comunque per me rimane sempre un grande�. Due parole vengono spese pure per l�ex tecnico rossoblu Franco Dellisanti: �Un grande uomo ed un ottimo allenatore. Purtroppo si � trovato a gestire una fase delicata del Taranto. Il suo esonero � stato deciso da una persona che poi � andata via (Selvaggi ndr). Purtroppo ha pagato per avermi difeso�. In questo contesto mister Stringara sembra quasi passare in secondo piano, ma il suo attacco si riallaccia al Blasi pensiero: �Sento un po� di amarezza intorno. Ma il presidente ha tanta voglia addosso che � riuscito a trasmettermela. Lui vuole fare qualcosa d�importante per il Taranto. A tal proposito mi fa piacere sentire parlare di anno zero. Ho accettato questa proposta, perch� mi piacciono le sfide. Ho trovato gente con tanta voglia di fare. Ma permettetemi di dedicare un pensiero anche all�amico Franco Dellisanti. Purtroppo questo � il calcio. I giocatori? Domani gli guarder� negli occhi uno ad uno �. Il trainer guarda gi� a domenica prossima: �avremo dei problemi per via di alcuni giocatori squalificati ed infortunati.

Ma questo non ci deve interessare, perch� dobbiamo assolutamente conquistare i tre punti� Da ex calciatore ha gi� calcato il manto erboso dello stadio Iacovone: �quando venivo a giocare qui a Taranto da avversario avevo la consapevolezza di disputare una gara sempre tosta�. Ma torniamo al presente ed all�idea che ha maturato il tecnico toscano sulla sua nuova squadra: �ho visto il Taranto in due occasioni quest�anno. La prima ad Arezzo, dove gli jonici hanno disputato un buon primo tempo al quale non ha fatto seguito una ripresa all�altezza. La seconda circostanza � stata a Pistoia; un�incontro nel quale le due squadre si sono accontentate del pareggio� . In ogni caso si parla anche di credo calcistico e caratteristiche di squadra: �i moduli contano relativamente. Non adatto mai uno schema alle caratteristiche degli avversari, bens� a quelle dei miei calciatori. Spero di trasmettergli la mia voglia e la determinazione. Lo stadio chiuso? Sicuramente ha penalizzato la squadra a discapito dei risultati, speriamo di poter riabbracciare al pi� presto i nostri tifosi� . Ovviamente d�obbligo un accenno al prossimo mercato di riparazione: �se fossimo ad inizio torneo, magari potremmo puntare su calciatori giovani. Ma a met� stagione non possiamo assumerci questo rischio. Ho bisogno di gente con la voglia di mangiarsi l�erba�. Speriamo mister che lei riesca a trovarla; il Taranto ne ha davvero necessit�. Intanto non possiamo che farle un grosso in bocca al lupo.

Fonte: calciopress.net

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui