TARANTO: mister Pettinicchio, ´Non potevamo chiedere di pi�´

0
4

Predatori in terra brindisina. La ruota del Fato che gira a favore si coniuga ad una sana dose di coraggio. Ed il Taranto dimentica le palpitazioni dell�emergenza. Le titubanze e gli attriti di un avvio decisamente in salita. Sino ad insistere, approfittare, incamerare i primi tre punti esterni della gestione Pettinicchio. Ed auspicare scenari di continuit�, essenziali per distanziarsi dalle sabbie mobili della classifica. Non pu� nascondere uno stato d�animo raggiante, lo stratega rossoblu, al termine del derby conquistato contro la squadra di Mino Francioso, che vive effettivamente una sorta di destabilizzazione: �Il Taranto ha avuto coraggio- ammette- Dopo soli due minuti, il Brindisi ci ha castigato su nostra disattenzione difensiva: ci siamo fatti trovare impreparati sullo schema effettuato da corner. Nel primo tempo, abbiamo subito una certa inferiorit� numerica in mezzo al campo, poi ho optato per la sistemazione a �rombo�: cos�, la squadra � cresciuta nell�uno contro uno�.

Ha evidenziato la saggezza del rischio, Giacomo Pettinicchio. Inserendo quattro elementi spiccatamente offensivi: �Abbiamo tenuto bene il campo, nonostante il Brindisi fosse andato vicino pi� volte al raddoppio-analizza- Il segreto � nell�intervallo: parlando con la mia squadra, abbiamo deciso di vincere. Nonostante le tante difficolt� dettate dalle defezioni: in panchina annoveravo elementi giovanissimi, i cambi non mi hanno tradito. Ne sono felice�. Rimonta felice, merito anche di correttivi in corsa: la disposizione a quattro della retroguardia, per esempio: �Sin dall�inizio, ho specificato che il 3-4-3 fosse il modulo adottato in relazione alle caratteristiche degli elementi in organico- ricorda l�allenatore ionico- Si potr� arrivare ad un�idea diversa, finale, che molto probabilmente ci far� divertire�. Intanto, trionfa la �linea verde�, per virt� e necessit�: �E� stata premiata la giovent�, con questo risultato- sorride e conferma Pettinicchio- Oggi ha esordito Loris Battista, un classe �95: faccio il possibile per aprire una finestra a favore dei ragazzi di Taranto, cresciuti nel vivaio locale. Era accaduto a Bongermino, ma ci saranno altre occasioni. Tutti devono aspettare fiduciosi il proprio turno�.

E magari contribuiranno all�esaltazione dei colleghi pi� smaliziati e conoscitori della categoria: non a caso, le reti del successo sono state suggellate da Fumai (brillante esecuzione) e Mignogna (intuizione e furbizia, quando tutti gli schemi erano saltati): �Fumai � un giocatore decisivo: non pu� rimanere in panchina- confessa Pettinicchio- Mignogna ha esordito dal primo minuto, anche se non in condizioni fisiche ottimali: se non si svolge la preparazione, si possono registrare ritardi nella resistenza muscolare. Lavoreremo sotto questo aspetto, per portare tutti alla pari�. E� la vittoria nella sua completezza, la seconda di fila inanellata dal suo Taranto, ad iniettare fiducia nell�animo del tecnico originario del Borgo: �Una carica incredibile, che ci permetter� di operare con rinnovata forza- conferma- Innanzitutto, per sancire una necessaria continuit�, di risultati e rendimento. Vuol dire che stiamo attuando qualcosa di buono�.

Perch� di sensazioni positive, Giacomo Pettinicchio ne ha nutrite: �Testimone Fumai: negli spogliatoi gli ho confidato che la giostra si � messa in moto, e non bisogna fermarla. Primi punti in trasferta nella mia gestione? C�� sempre una prima volta. Ci toglieremo qualche bella soddisfazione�. L�unico campo sinora espugnato dalla compagine rossoblu era stato quello di Trani, nella partita �replicata� ad inizio settembre: a guidare il gruppo c�era Tommaso Napoli, a marchiare a fuoco il risultato due �mostri sacri� quali Cosa e Sarli. Ora, il successo del �Fanuzzi� consente al Taranto di allungare in proiezione salvezza: �Abbiamo recuperato qualche punto prezioso in classifica- commenta Pettinicchio- Abbiamo agganciato lo stesso Brindisi, e siamo accomunati a Nard� e Francavilla in Sinni. Occorre alimentare la risalita�.

E� comprensivo nei confronti degli umori del pubblico presente sugli spalti, il trainer ionico: �L�incitamento dei tifosi ci ha inorgoglito, sono tornati in modo spettacolare e li ringraziamo di cuore. Speriamo domenica, in casa contro il Monopoli, di soddisfarli ulteriormente�. Rispettoso delle �posizioni� esplicate dagli Ultras: �La Curva si aspetta sempre qualcosa in pi�- chiosa- Dobbiamo �attrezzarci� per regalare qualche bella giocata, come un�attenzione superiore nelle fasi salienti. Comprensibile qualche nervosismo�.

fonte: mondorossoblu

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui