Stroppa: “Questa � la partita pi� importante. La Pro Vercelli non verr� qui a chiudersi”

0
33 views

Nel turno infrasettimanale il Foggia sar� impegnato contro la Pro Vercelli domani sera allo Zaccheria. Queste le parole del tecnico rossonero, Giovanni Stroppa, alla vigilia di questo importantissimo match: “Dal punto di vista sportivo si tratta di una gara che arriva a distanza di tre giorni da un�altra partita che ci ha visto soccombere immeritatamente per quello che avevamo mostrato sul campo. Considero la Pro Vercelli una diretta concorrente e in virt� di questo fatto � necessario portare a casa il risultato pieno. Ho rivisto la partita di Parma e sono ancora pi� convinto che le scelte che ho fatto nel secondo tempo siano state le scelte pi� giuste. La mia idea non era quella di chiudermi, bens� quella di alzarmi sfruttando le mezze ali.
L�ambiente interno alla squadra � tranquillo, i ragazzi pensano solo al campo e non si lasciano distrarre dalle vicende extracalcistiche che stanno succedendo in questi giorni, circa la societ�. Del resto vengono messi in condizioni di poter lavorare al meglio per dare il massimo.
La Pro Vercelli � una squadra molto organizzata, io gi� lo scorso anno ho avuto modo di complimentarmi con Grassadonia per come faceva giocare bene la sua Paganese. Si tratta di un avversario che lavora di possesso palla e ha un sistema di gioco ben definito, che non cambia pur cambiando quasi sempre la formazione. Credo che verranno a giocarsela e verranno a prenderci alti, senza chiudersi come solitamente fanno le altre squadre qui allo Zaccheria.
Per quanto riguarda la mia squadra, a parte Loiacono assente per squalifica, rientrano tutti, anche Zambelli. Ho alcune idee in testa ma non ho ancora sciolto tutti i dubbi. Credo che domani sar� una partita in cui si correr� parecchio.
Le aspettative per la stagione? A Parma, per quello che si � visto in campo e per ci� che stava succedendo, si era prospettata addirittura l�ipotesi di poterci avvicinare in maniera interessante alla zona playoff, ma dobbiamo essere concreti, e in questo momento la certezza � che finch� non arriviamo a 50 punti non possiamo permetterci di pensare in grande. Prima cerchiamo di raggiungere quell�obiettivo nel minor tempo possibile e poi si vedr�. Certo, sono dispiaciuto per come � arrivata la sconfitta, sia per l�espulsione dopo pochi minuti e sia per i tre gol presi che erano evitabilissimi, tra l�altro sub�ti in un momento in cui non stavamo rischiando niente. Ovviamente ci sono stati degli errori sia nell�azione dell�espulsione e sia sui gol, e cercheremo di limarli.
Ci sono alcuni calciatori che per ora non ho ancora potuto schierare, mi riferisco a Calabresi e a Ram�, e vi dico che li considero dei nostri a tutti gli effetti. Se giocher� Calabresi sar� perch� avr� la certezza che lui mi pu� dare pi� di quello che possono darmi altri. Stessa cosa per Ram�, avrei gi� voluto mandarlo in campo con il Carpi sul 3-0 ma non c�� stata possibilit�. Purtroppo non posso permettermi in questo momento di fare esperimenti, ma devono sapere che prima o poi arriver� anche la loro momento, avranno la loro opportunit�. Sono ruoli in cui non puoi permetterti di sbagliare niente.
Il girone di andata � stato bruciante a livello di risultati e delusioni, mentre adesso stiamo raccogliendo quello che abbiamo meritato nel girone di ritorno. La panchina d�oro? Beh, � un riconoscimento importante perch� arriva da altri colleghi e quindi ha grande valore, ma il mio ringraziamento va al mio staff tecnico e soprattutto ai miei giocatori, perch� senza giocatori non si va da nessuna parte, il risultato � merito loro. Dobbiamo continuare a lavorare come facciamo e ad avere attenzione, limando gli errori. Abbiamo potenzialit� per fare bene contro qualsiasi avversario”.

foto: Federico Antonellis

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui