Stroppa: �L�Empoli ha tante frecce. Vincer� chi sbaglier� meno�

0
33 views

Le parole di Giovanni Stroppa nella conferenza stampa pre-Empoli:

�Giochiamo contro l�Empoli con lo stimolo di sfidare la squadra pi� forte e sar� un bel banco di prova.

Mancher� Donnarumma ma chi lo ha sostituito ha fatto doppietta. Hanno. Tante qualit� e tante frecce da scagliare.

Dobbiamo fare i conti su quello che abbiamo speso nelle due partite precedenti. L�aumento delle temperatura ha causato anche un maggior dispendio. Troveremo delle difficolt� contro l�Empoli, ma gliene daremo anche noi perch� sappiamo mettere in difficolt� chiunque e giochiamo in uno Zaccheria in cui adesso riusciamo a sfruttare il fattore campo.

Mancano 7 punti al nostro primo obiettivo ed � imprescindibile non pensarci. Cercheremo di muovere la classifica luned� e di mettere Un mattoncino od un mattone.

Non possiamo ancora parlare di play-off. Si parla di 50 punti ma quelle dietro continuano a vincere e quella quota potrebbe anche aumentare. La partita contro l�Empoli non saprei come presentarla. Voglio consapevolezza e non presunzione. Possiamo mettere in difficolt� chiunque, con la giusta stima ed autostima.

L�Empoli ha un palleggio che sposta gli avversari anche se hanno meno punti di riferimento. Prima giocavano pi� in verticale, mentre ora hanno un gioco pi� elaborato. Le individualit� poi sono fortissime. Agli attaccanti aggiungerei il centrocampo, che � quello pi� forte della Serie B.

Manca ancora un po� ed in questo momento non so chi potrebbe giocare. Vedremo cosa far� ma questa decisione me la tengo per domani, come fatto per la partita contro la Pro Vercelli. Mai come in questo momento dovr� fare la conta fino a qualche minuto dall�inizio della partita per scegliere i calciatori pi� in forma e che mi diano pi� garanzie.

Tarolli � l�unico fuori, per il resto ci siamo tutti.

Se non accade nulla di clamoroso dal punto di vista sportivo, rimarr� qui. Io sono l�allenatore del Foggia ed ho un contratto almeno per la prossima stagione. Su quello che succede posso dire che c�� serenit� assoluta perch� la societ� � vicina e presente.

Il mercato � stato determinante, ne giocano 3 in maniera continuativa e bisogna dare merito a chi c�era gi�. Ora abbiamo un equilibrio diverso ed una nuova stima. Non so quanti punti abbiamo perso, ma credo che ne potremmo avere tra 12 e 15, ma questo � quello che ci siamo meritato. Siamo in una posizione di classifica importante ed � stata presa con le unghie e con la qualit� dei giocatori, del gioco ed il lavoro. Bisogna credere di poter fare qualcosa e non stare a recriminare.

Nella partita di andata non facemmo due falli ed in pratica abbiamo concesso due gol. Luned� non so a che punto potremmo imporci sul campo, perch� dovremo anche soffrire quando saranno loro in possesso del pallone e viceversa. Dovremo essere bravi a non concedere errori gratuiti e rimanere concetrati. Non si pu� concedere nulla all�Empoli.

Prima c�� l�idea e poi il lavoro. Il nostro pensiero deve essere sempre quello di migliorare, limando i difetti ed eliminando gli errori. Per me ci deve essere sempre la solita applicazione e per me pi� alta sta la difesa meno profondit� si d� all�avversario. � capitato di avere delle falle, per mancata comunicazione, ma eravamo in posizione. Per me � pi� facile difendermi alto perch� vado a togliere qualsiasi tipo di palleggio ed appoggio e se recupero palla sarei pi� alto e potrei fare pi� male.

Agazzi sta bene ed ha fatto una prestazione eccellente gioved� sera.

Da gennaio ad oggi abbiamo fatto 21 punti, uno in meno del girone di andata, ma dobbiamo giocare altre 10 partite. Quello che fa la differenza rispetto all�anno scorso � che da qui a fine aprile giocheremo ogni 3 giorni e non sar� semplice a questo livello recuperare energia e mantenere queste prestazioni.

Mazzeo � eccezionale, cos� come Nicastro. Lavorano molto bene in coppia, con uno che attacca la linea e l�altro che viene incontro�.

Foto: Federico Antonellis

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui