Silvestrini: “Foggia per noi tappa fondamentale”

0
26 views

“Il primo tempo è lo specchio del Perugia – esordisce Silvestrini in sala stampa – bel gioco e un calo di tensione sul 2-0, poi siamo tornati a comandare e a vincere. Giornata positiva anche se le distanze sono rimaste inalterate – la buona notizia del pari, in extremis, della Juve Stabia a Taranto, comunicatagli dal D.S. Zocchi, lo raggiunge proprio mentre sta per lasciare la sala stampa ndr – bel gioco sulle fasce con Anaclerio, gran gol di Rubino, che ha risposto da giocatore alle critiche e ai cori di domenica scorsa, Mamede sta recuperando bene, insomma, stiamo sulla scia del treno, prossima, fondamentale stazione, Foggia, quanto alla terna arbitrale meglio non commentare”. Marco Cari, trentadue punti conquistati in diciotto partite, 1,78 punti a partita di media, commenta così le molte realizzazioni della partita odierna: “Non ci eravamo abituati, il Teramo è venuto a giocarsi la partita e ne è scaturito un incontro piacevole e aperto. I loro gol, comunque sono arrivati solo su rigore e su un gran tiro da fuori finito all´incrocio. Abbiamo un po´ sofferto nel primo quarto d´ora poi, una volta sbloccato il risultato, la sensazione, anche sul due a due, è stata sempre quella di avere in pugno la vittoria. Ci portiamo ad un punto dal quinto posto del Taranto proiettando subito l´attenzione alla prossima trasferta di Foggia, partita importante ma per noi non deve cambiare niente, Foggia, Teramo o San Marino sono tutte finali”. “Quando si fa gol – dice Rubino – le emozioni ci sono sempre, personalmente mi ha fatto molto piacere farlo in casa dove da´ ancora più emozione. Il mio gol lo dedico alla squadra che anche oggi mi ha dato una bella dimostrazione di affetto, sia quando Ciro è venuto ad abbracciarmi in panchina dopo il rigore, sia quando, dopo il mio gol, sono tutti venuti a festeggiarmi anche se non c´era bisogno perchè so benissimo quanto questo sia un gruppo magnifico e unito, al di là delle “caz…..e” dette a questo proposito, in questa settimana, in una trasmissione televisiva locale. Adesso abbiamo un match importante a Foggia dove cercheremo tutti di dare il massimo, sarà importante passare questa settimana tranquilli e non creare sterili polemiche anche se non dovessimo uscire con un risultato pieno dallo “Zaccheria”. Ginestra parla del rigore realizzato “Al momento di calciare c´era un pizzico di tensione ma la fiducia dei compagni è stata importante, abbiamo conquistato tre punti preziosi giocando tutti bene. Sono dovuto uscire prima della fine per un dolorino all´adduttore ma penso sia una cosa da poco”. Infine ecco Taurino, protagonista sfortunato dell´azione del rigore teramano e realizzatore del terzo gol, pochi minuti dopo: “Quando ho sentito il fischio dell´arbitro pensavo ad una punizione a nostro favore, io ho subito il fallo e solo cadendo mi sono appoggiato sulla maglia di Myrtaj, non so che cosa abbia potuto vedere il direttore di gara. Quanto al mio gol, è stato un gol di istinto, sono entrato su quel pallone senza quasi accorgermene” – “Da buon difensore mi ha anticipato” – dice ridendo Ginestra, seduto a fianco. “Un gol all´anno lo faccio sempre – conclude Taurino – e chissà che in queste ultime partite non riesca a migliorarmi. Siamo soddisfatti sia della vittoria che del gioco, adesso dobbiamo solo continuare su questi prestazioni”.

Fonte. Ac-Perugia.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui