Scirano:”Non deluderemo i tifosi”

0
19 views

Quella dell’avvocato Roberto Scirano e del Foggia è una storia d’amore infinita. Chi lo avrebbe mai detto che a distanza di tre anni sarebbe tornato ad essere uno dei “timonieri” (insieme agli altri nove soci) della società? Forse di un suo ritorno in sella al sodalizio rossonero non ci avrebbe scommesso nemmeno lui, eppure, a volte, la “favola del calcio” e della “dea Eupalla” riesce a stregare chiunque. Figuriamoci se non ci avrebbe riprovato con chi, come Scirano, è un innamorato del pallone.
Aveva lasciato la squadra e la società allo sbando in un incubo prima chiamato fallimento, poi chiamato Coccimiglio. Ora, proprio grazie alla nuova dirigenza di cui è parte integrante, ha ritrovato il “suo” Foggia in acque decisamente più tranquille. Ma quale ambizioni nutre la società? “Quest’anno –afferma Scirano- puntiamo ad un campionato tranquillo, poi cammin facendo si vedrà. E’ logico che, se ad un certo punto della stagione dovessimo trovarci nella parte alta della classifica, non ci tireremo di certo indietro”. Il calciomercato si è chiuso ieri ed il Foggia ha tesserato circa una ventina di calciatori… Non sono un po’ troppi? Si può parlare di sovraffollamento? “Penso che abbiamo operato in maniera ottimale sul mercato e –prosegue il dirigente rossonero- il sovraffollamento è un problema dell’allenatore: solo lui sa come gestire al meglio una rosa di calciatori così ampia. Molti tecnici vorrebbero avere questo tipo di problemi… Il mister è soddisfatto e lo siamo anche noi”.
Qual è la partita che il “tifoso Scirano” attende più con ansia? “La partita più attesa sarà quella con la squadra più forte del campionato. In questo momento non so dire se sarà il Napoli, la Lucchese, Il Frosinone…”
Capitolo stadio: come sta agendo la società per risolvere i problemi dell’impianto? “Abbiamo appena riseminato il terreno di gioco con una macchina che pianta i semi direttamente sotto terra: il campo tornerà presto in buone condizioni. Per quanto riguarda la riapertura della Curva Nord ci stiamo muovendo in merito: i lavori di adeguamento sono in corso e credo che per la prossima gara interna (il 18 settembre) la curva sarà di nuovo agibile. Sappiamo che i nostri tifosi ci tengono: come possiamo deluderli?”.
E sembra proprio che neanche i tifosi vogliano deludere la società: a due giorni dalla chiusura della campagna abbonamenti, il numero di tessere vendute ha di poco superato le duemila unità e pare che si possa raggiungere (o superare di poco) il numero degli abbonati dello scorso anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui