Sanniti bloccati sul pari allo Zaccheria: � 1-1

0
16

E� ancora pareggio per i rossoneri, � il quarto consecutivo. Dopo il vantaggio dei giallorossi di Coda la recupera Kragl su punizione nel finale. Nonostante la bella prestazione, la zona salvezza si allontana ancora.

Mister Padalino schiera in campo un 3-5-2, modulo che non viene utilizzato da diverso tempo, con Leali tra i pali; difesa inedita composta da Ingrosso, Billong e Ranieri; gli esterni di centrocampo Ngawa sulla destra e Kragl sul versante opposto, a fare densita in mezzo Deli, Gerbo e Busellato, con questi ultimi che si alternano nel ruolo di play; davanti Chiaretti, leggermente arretrato, a supporto di Iemmello.
Bucchi schiera il Benevento a specchio con un 3-5-2 che vede Montip� tra i pali; linea difensiva con Tuia, Costa e Caldirola; a centrocampo ci sono Maggio e Insigne sulle corsie esterne, Bandinelli, Crisetig e Buonaiuto al centro; davanti agiscono Improta e Coda.

La prima conclusione arriva al 2� minuto di gioco, Gerbo prova a calciare dalla distanza, attento Montip� fa sua la sfera in due tempi. Ci prova 6 minuti pi� tardi il tedesco Oliver Kragl con la sfera che si alza di molto sulla traversa difesa dal portiere giallorosso. Fino al 15� fitto lancio di petardi da parte dei sostenitori sanniti, sia sul rettangolo di gioco, a match in corso rischiando di ferire qualche calciatore sia verso la Curva Nord dello Zaccheria cercando di provocare la tifoseria di casa. L�arbitro sospende momentaneamente la partita, ma alla ripresa gli ultras ospiti continuano a lanciare petardi e ad accendere fumogeni, nonostante ci� per il signor Marinelli (della sezione di Tivoli) si pu� continuare a giocare. Al 27� viene ammonito Pierre-Yves Ngawa per un anticipo netto sul pallone… fallo inesistente, incredulo anche Caldirola che era andato gi� nell�occasione. Al 30� Lorenzo Crisetig aprrofitta di una leggerezza a centrocampo di Chiaretti e calcia di sinistro centralmente veso Leali, il numero 16 rossonero riesce a respingere il pallone lateralmente. Impronta prova l�azione personale, al 40� si inserisce con una serpentina in mezzo a 4 maglie rossonere e va a calciare di sinistro, la palla finisce fuori non di molto. Al minuto numero 43 si presenta l�occasione che pu� cambiare la gara, Deli protegge la palla sulla trequarti, vede e serve l�inserimento di Lucas Chiaretti che calciando un rigore in movimento non riesce a centrare la rete per pochi centimetri. Al 45� l�episodio chiave della gara, Gerbo viene servito in area da Chiaretti che viene steso lateralmente da Caldirola, il rigore � netto, ma l�arbitro decide di far proseguire l�azione. Nel frattempo il calciatore rossonero provocato da Costa commette un ingenuo fallo di reazione, l�arbitro si consulta con l�assistente e decide di mandare il numero 25 rossonero negli spogliatoi con un rosso diretto. Vengono assegnati 5 minuti di recupero ed il Foggia resta in 10, al 47� Maggio centra esternamente l�incrocio dei pali su servizio di Roberto Insigne.

La ripresa si apre con Iemmello, che su un cross basso in area da parte di Kragl sistema la palla sul destro e prova a calciare sotto la traversa, pronto alla respinta Montipoᄡ che su un successivo rimbalzo blocca la sfera. Al 54ᄡ salvataggio miracoloso di Gianmarco Ingrosso, Crisetig lancia il pallone sulla retroguardia rossonera, va a saltare di testa scoordinato Busellato che per errore serve un pallone dᄡoro a Massimo Coda il quale si vede negato il goal sulla linea grazie al numero 28 rossonero che si avventa sul pallone e lo spedisce lateralmente. 4 minuti dopo ci prova Kragl su calcio di punizione, si distende sulla sua destra il portiere giallorosso che respinge il pallone in angolo. Al 61ᄡ Improta sulla fascia sinistra mette in mezzo un traversone teso per la testa dello spagnolo Asencio, che impatta la sfera e trova la pronta risposta del portiere. Bella azione del Foggia al 67ᄡ con Chiaretti, che protegge palla in area di rigore e serve Deli il cui tiro viene respinto in corner da Montipoメ. Al minuto 75 pasticcio difensivo di Ingrosso, che su un cross indirizzato a centro area di Roberto Insigne, vuole allontanare la sfera a volo con il tacco, purtroppo serve Coda che stoppa col petto ed insacca la porta dei satanelli per il vantaggio delle streghe. Risponde dopo soli 5 minuti il tedesco Kragl, che in posizione defilata calcia una punizione imprendibile indirizzata verso il secondo palo della porta difesa dal numero 12 del Benevento e fa esplodere lo Zaccheria per il goal del pareggio. Al 90ᄡ ultima occasione della gare con il Benevento che usufruisce di un calcio di punizione sulla fascia destra con Insigne, che fa partire la sfera verso Caldirola con il pallone che termina debole tra le braccia di Leali.

Uno a uno tra Foggia e Benevento, con gli applausi del pubblico foggiano per un Foggia che ha resistito in 10 contro 11 per tutto il secondo tempo, � andato sotto sul guizzo di Coda dopo l�ennesimo assist della difesa, ma ha trovato il pari grazie alla magia numero 5 di Kragl su calcio di punizione, la cui prestazione non � stata delle migliori. Il Benevento viene scavalcato dal Pescara e si ritrova adesso in 4a posizione.

Tabellino

Foggia – Benevento 1-1
75メ Coda (Ben), 80メ Kragl (Fog)

Foggia (3-5-2): Leali; Ingrosso, Billong, Ranieri; Ngawa, Gerbo, Busellato, Deli (87メ Cicerelli), Kragl (88メ Mazzeo); Chiaretti (84メ Greco), Iemmello
A disposizione: Noppert, Agnelli, Loiacono, Zambelli, Martinelli, Galano, Marcucci, Boldor, Matarese
Allenatore: Sig. Pasquale Padalino

Benevento (4-4-2): Montipoメ; Maggio, Tuia, Costa, Caldirola; Buonaiuto (60メ Asencio), Bandinelli (60メ Tello), Crisetig, Improta; Coda (88メ Armenteros), Insigne
A disposizione: Gori, Zagari, Letizia, Del Pinto, Viola, Volta, Gyamfi, Ricci, Vokic
Allenatore: Sig. Cristian Bucchi

Arbitro: Sig. Livio Marinelli di Tivoli
1� Assistente: Sig. Niccol� Pagliardini di Arezzo
2メ Assistente: Sig. Gianluca Sechi di Sassari
Quarto Uomo: Sig. Gianpiero Mieli di Nola

Ammoniti: 27メ Ngawa (Fog), 33メ Crisetig (Ben), 45メ+2 Costa (Ben), 50メ Bandinelli (Ben), 50メ Deli (Fog), 58メ Tuia (Ben), 80メ Improta (Ben)
Espulsi: 45メ Gerbo (Fog)

Foto: Antonello Forcelli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui