Salgado attacca:”Il Foggia deve pensare meno a difendersi”

0
16 views

E´ ritornato da poco in Italia dopo quasi un giorno di viaggio. Neanche il tempo di smaltire il fuso orario e Mario Salgado è di nuovo in campo. “Le vacanze sono volate -dice con un velo di tristezza Mario-, una settimana è davvero poco per considerarla una vacanza. E´ stata utile, però, per poter staccare la spina e ricaricarmi. Adesso riparto con l´obiettivo di fare meglio del girone di ritorno, magari segnando qualche gol in più”. Per raggiungere con maggiore facilità la via del gol Salgado ha la sua ricetta:”Devo avanzare la mia posizione. Il tecnico ad inizio anno mi ha messo in quella posizione dove mi sono trovato bene ma alla lunga ho pagato in termini di condizione. Arretravo troppo per difendere e le difficoltà fisiche sono emerse tutte nel finale del girone di andata. Dobbiamo rinunciare a difenderci troppo e rischiare di più in attacco. Non ne ho ancora parlato con il mister ma lo farò. Anche lui ha capito che non ero al cento per cento nelle ultime giornate proprio per quel motivo”. Salgado è un fiume in piena anche se non dimentica che l´ultima decisione spetta sempre al tecnico, al di là delle richieste dei calciatori. “Naturalmente accetterò tutte le decisioni che sceglierà il mister, anche se probabilmente non sono adatto a certi schemi difensivi. Spero di giocare come contro il Ravenna, solo in fase offensiva”. Infine Mario chiude con una battuta sul mercato, capitolo che non sembra riguardarlo:”Qui ho uno splendido rapporto con i tifosi, conlo staff tecnico e la dirigenza. Loro hanno creduto in me e mi stanno rilanciando ma sono solo a metà del percorso, adesso manca l´altra metà. Se avessi voluto andarmene sarei rimasto in Cile”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui