Salgado a Calciofoggia.it:”Non possiamo più sbagliare

0
16 views

“Il girone di ritorno incomincia con una partita difficile che darà punti importanti per la classifica. Dobbiamo vincere per eliminare l´amarezza delle ultime gare”. Questo è il Salgado-pensiero alla viglia del difficile match di Cava. L´attaccante cileno è conscio dei rischi che si celano dietro a questa partita: guai a prendere sottogamba l´avversario, nonostante i biancoblù abbiano giocato solo tre giorni fa un tiratissimo derby a Salerno. “Speriamo di avere un vantaggio su di loro a livello fisico -commenta Mario-, ma non dobbiamo fare affidamento solo su questo. E´ una partita difficile sotto l´aspetto tecnico e ambientale. Quest´anno non è la prima volta che trovo questo tipo di campi e certe volte sono caduto nelle provocazioni pensando poco a giocare. Cercherò domenica di controllarmi, di restare freddo e di aiutare i miei compagni. A Cava dovremo giocare più con la testa che con il carattere, senza farci prendere dalla frenesia o dalla voglia di spacare il mondo”. Per l´occasione Cuoghi schiererà il 3-5-2, disposizione tattica chiesta a gran voce da Salgado proprio ai taccuini di Calciofoggia.it. “Sono contento perchè il nuovo modulo mi piace e da pochi punti di riferimento agli avversari. Negli allenamenti mi sono trovato bene perchè riesco a stare vicino alla porta ed arrivare al tiro con maggiore lucidità, cosa fondamentale per un attaccante”. Il Foggia, insomma, passa all´attacco (almeno nelle intenzioni), conscio di un divario enorme da colmare nei confronti della vetta, ma Mario ci crede ancora:”Sulla carta in questa volata a tre l´Avellino è la più forte ma subito dietro ci siamo noi. Se cominciamo bene il girone di ritorno possiamo dire la nostra…anche se non possiamo permetterci più passi falsi”. Proprio il risicato margine di errore a disposizione del Foggia imprime ulteriori pressioni alla squadra, già appesantita dal nome della maglia che indossa e dalle aspettative dei tifosi. “E´ sicuramente difficile far fronte alle pressioni soprattutto adesso che bisogna lavorare il doppio, lottare, ma per fortuna ho visto i miei compagni tranquilli e questo mi fa stare bene. Di solito sono uno forte, che reagisce bene alla pressione della piazza ma che allo stesso tempo viene coinvolto dall´atmosfera dello spogliatoio”. Infine Mario svela la sua speranza per la gara di domani…il gol:”Non segno più da quando con il San Marino avrei dovuto battere quel calcio di rigore, poi calciato da Dall´Acqua. Per fortuna il nuovo modulo dovrebbe aiutarmi anche se adesso proverò a cambiare un pò stile di gioco e ad essere più furbo sotto porta”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui