Ritiro Foggia – Resoconto del 7 agosto

0
48

Con la collaborazione di Piero Colangelo, analizziamo la prima giornata di ritiro dei rossoneri:

Per il neonato Calcio Foggia 1920 non c’è tempo da perdere. E’ partito in ritardo rispetto alle altre squadre concorrenti e deve necessariamente recuperare il terreno perduto lavorando sulla condizione fisica e assimilazione dei principi di gioco del mister a tappe forzate. Ne è la riprova il primo allenamento disputato nel pomeriggio dalla squadra appena giunta nel ritiro di Campitello Matese. Il Ds di Bari aveva preannunciato in mattinata che si sarebbe trattata di una semplice sgambatura per riprendere confidenza con la palla e cominciare a stimolare la muscolatura dopo la lunga pausa estiva, ma così non stato. La comitiva, presentatasi puntualmente al completo su un terreno di gioco apparso in condizioni ottimali anche se purtroppo sprovvisto di una tribunetta dove poter assistere comodamente alla seduta, ha effettuato un seduta di allenamento in piena regola. Il programma, stilato da Mancini e dal suo staff, ha visto i venticinque calcatori presenti, molti dei quali però non contrattualizzati e sotto osservazione per un eventuale loro inserimento nella rosa, lavorare davvero sodo sotto lo sguardo attento dello stesso allenatore, coadiuvato in modo attento e proattivo dal suo secondo Cau che non lesina suggerimenti e sollecitazioni a tutti i calciatori presenti.
La parte dedicata al riscaldamento, dopo i classici lavori a secco condotti dal preparatore atletico Lidio Melis , ha visto i calciatori impegnati in semplici Smal Sided Games, dove in un quadrato di 5 metri x 5 hanno svolto il torello. Il tutto in due serie di 5’.
La prima fase si poi conclusa con una divertente partitella che potremmo definire di calcio – rugby , dove i calciatori divisi in due squadre ed in una met del campo, potevano indifferentemente giocare con le mani o con i piedi per segnare la rete. La particolarit che si assistiti a dei veri placcaggi e mischie che vedevano protagonisti tanti calciatori. L’intenzione dello staff stata quella di far lavorare il gruppo in modo globale ad una certa intensit ma, nello stesso tempo, creare tra gli stessi calciatori una sorta di clima goliardico e far acquisire quella grinta nell’ aggredire l’avversario anche se con metodi che le regole del calcio non consentono.

Si poi passati ad una partitella 11 11 vera e propria, giocata in una sola met campo. Evidente l’intenzione dello staff di studiare le caratteristiche dei vari calciatori e individuare quale potrebbe essere il loro migliore utilizzo.

Qualcosa a livello tattico si intravista. Spesso l’azione ripartita con i difensori centrali, si cercato un fraseggio veloce e con pochi tocchi e di verticalizzare con continuit. Sulle palle inattive si marcato ad uomo. E’ certamente solo un primo superficiale abbozzo dell’impianto di gioco che la squadra proporr in campionato, ma da una approssimativa valutazione appare evidente che il tecnico voglia mettere in campo una squadra propositiva capace di imporre il proprio gioco.

E’ apparso anche evidente che nel gruppo vi sono un certo numero di calciatori con competenze calcistiche di un certo spessore rispetto ai valori della categoria. In particolare si notata in difesa la grinta e l’applicazione di Viscomi, apparso gi in buone condizioni, ma un po´ tutti gli uomini che compongono il reparto sono apparsi sicuri e determinati negli interventi.

Difficile giocare in spazi cos ristretti, ma alcuni movimenti ed anche qualche giocata del singolo, in particolare Gallon e Salvi e Iadaresta , hanno trovato l’apprezzamento dello staff.
Dopo un’ora trenta minuti molto tirati che hanno visto veloci pause dettate solo dalla necessit di bere, i calciatori, apparsi tutti piuttosto affaticati, hanno raggiunto gli spogliatoi.
Facile prevedere che la giornata odierna non sar affatto una piacevole passeggiata tra i boschi del Matese. L’entusiasmo e la voglia di far bene comunque palpabile in tutto il gruppo.

Articolo a cura di Piero Colangelo ed Antonio Umbriano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui