Pro Vercelli, Grassadonia: �Domani non sar� decisiva�

0
26 views

Terminata la seduta di rifinitura, mister Gianluca Grassadonia � salito in sala stampa per parlare con i giornalisti. Ecco le parole del tecnico della Pro Vercelli alla vigilia del match contro l�Ascoli.

Bentornato. Sono cambiate tante cose, come ha ritrovato la squadra? I ragazzi li ho trovati bene, con grande disponibilit� e intensit�. Sar� una partita importante: non decisiva ma importantissima. Non possiamo sbagliare.

Alcibiade? E� un difensore moderno, pu� ricoprire pi� ruoli: in tutti i tre ruoli, sia da marcatore sia da centrale. Mi conosce e questo � importante, perch� c�� poco tempo a disposizione.

Ascoli? Come giocheranno a livello tattico conta poco: conteranno intensit�, determinazione e rabbia. Questa partita non ha bisogno di essere presentata, si presenta da s�. Ma per fortuna non � da ultima spiaggia.

Come si sente dopo un mese? Nellメultima conferenza stampa che feci dichiarai che il gruppo aveva dato tutto quello che aveva. Lo ritrovo un poメ cambiato, ma se hanno ripensato a me sono contento. Oltre ad essere motivato sono molto arrabbiato, non vedo lメora di ricominciare.

Fase difensiva? Io ho la mia visione della fase difensiva: continueremo a giocare il nostro calcio, questa � la mia filosofia. Se fai solo la fase difensiva non � detto che si porti a casa il risultato. Noi siamo sempre gli stessi, ritorniamo con le nostre idee di calcio. Daremo tutto quello che abbiamo per provare a centrare il nostro obiettivo.

Mercato? Marcone aveva fatto bene con me: Pigliacelli, per come vedo il calcio io, � un portiere importante. Da Silva lo avevo incontrato l�anno scorso, lo conosco. Gli altri li conoscer�. Sono partiti due giocatori importanti, dovremo rinforzarci.

Attaccante? Se potessi prenderei Ciofani o Pettinari, che con la porta hanno confidenza. Questo non � possibile, quindi dobbiamo trovare giocatori che si sposino con il mio calcio. Reginaldo l�ho richiesto alla societ�, vediamo se arriver�.

Hai seguito la Pro in questo periodo? Non ho pi� visto partite, lo ammetto. Ho parlato con il Direttore e il Presidente, ho dato delle direttive precise sui giocatori che potrebbero arrivare. Il mercato non � mai semplice, aspettiamo e vediamo cosa succeder� in questi giorni.

Obiettivo? Dobbiamo reagire e fare queste venti partite al massimo: bisogna remare tutti dalla stessa parte.

Cosa non rifarei? Probabilmente ho fatto molti errori, ma sono sempre stato me stesso nel bene e nel male. Sono sempre stato leale con tutti, sono felice di essere tornato perch� mi sento a casa qui.

Ti ha sorpreso la chiamata del Presidente? Sinceramente s�.

Indisponibili? Konate � squalificato, Jidayi e Bergamelli non sono al meglio; Alcibiade ci fa respirare un pochino e poi � arrivato Gozzi. Ma non chiedetemi del modulo, non ha senso parlarne al momento. Jidayi e Bergamelli sono convocati. Non ci sono Bertosa e Ivan. Non c�� neanche Polidori che non � al meglio ed � in partenza.

Arrivi? Metterei la firma per quattro giocatori che ho richiesto. La classifica ci penalizza molto e abbiamo ricevuto dei no. Voglio gente che sia motivata.

Ledesma? In quel ruolo siamo coperti, non ci serve.

La squadra pu� farcela? Ne sono convintissimo. Anche quando sono andato via ero certo che avevamo sempre fatto il massimo. Se dovessero arrivare quei giocatori che ho chiesto, potremmo farcela. Ho chiesto Guberti, Florian e Chiric�, ma il Siena non cede il primo e la situazione del Foggia non permette di arrivare agli altri due. Abbiamo bisogno di grande sostanza e di alzare il livello di qualit�. Dobbiamo ritrovare determinazione e autostima, le partite vanno sempre giocate. L�ottimismo � il sale della vita e non possiamo piangerci addosso: lotteremo fino alla fine, le difficolt� non sono drammatiche. Domani, ripeto, non sar� decisiva. Dobbiamo fare punti contro tutti.

fonte: magicapro.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui