Perugia: ultimo match

0
21 views

Una partita all’inglese, con le due squadre che si sono affrontate a viso aperto e, di questo, va certamente dato merito al tecnico teramano Fiorucci che ha evitato di fare quelle barricate che, viste le distrazioni della sua difesa, a poco sarebbero servite. L’ha spuntata meritatamente il Perugia ma il Teramo non ha certamente destato una brutta impressione.
La squadra di Cari mette così in cascina altri tre punti preziosi avvicinandosi sensibilmente al Taranto, quinto ad un solo punto e da martedì si concentrerà per il big-match dello “Zaccheria”, contro il Foggia, di domenica prossima.
Le dichiarazioni a caldo di Silvestrini:
“Il primo tempo è lo specchio del Perugia – esordisce Silvestrini in sala stampa – bel gioco e un calo di tensione sul 2-0, poi siamo tornati a comandare e a vincere. Giornata positiva anche se le distanze sono rimaste inalterate – la buona notizia del pari, in extremis, della Juve Stabia a Taranto, comunicatagli dal D.S. Zocchi, lo raggiunge proprio mentre sta per lasciare la sala stampa ndr – bel gioco sulle fasce con Anaclerio, gran gol di Rubino, che ha risposto da giocatore alle critiche e ai cori di domenica scorsa, Mamede sta recuperando bene, insomma, stiamo sulla scia del treno, prossima, fondamentale stazione, Foggia, quanto alla terna arbitrale meglio non commentare”. Marco Cari, trentadue punti conquistati in diciotto partite, 1,78 punti a partita di media, commenta così le molte realizzazioni della partita odierna: “Non ci eravamo abituati, il Teramo è venuto a giocarsi la partita e ne è scaturito un incontro piacevole e aperto. I loro gol, comunque sono arrivati solo su rigore e su un gran tiro da fuori finito all´incrocio. Abbiamo un po´ sofferto nel primo quarto d´ora poi, una volta sbloccato il risultato, la sensazione, anche sul due a due, è stata sempre quella di avere in pugno la vittoria. Ci portiamo ad un punto dal quinto posto del Taranto proiettando subito l´attenzione alla prossima trasferta di Foggia, partita importante ma per noi non deve cambiare niente, Foggia, Teramo o San Marino sono tutte finali”.

Tabellino

Perugia-Teramo 4-2

Marcatori: 30° Ginestra rig., 43° Anaclerio, 46° p.t Gargiulo, 53° Myrtaj rig, 66° Taurino, 86° Rubino

PERUGIA: Pinzan; Rizzo, Baldini, Taurino, Angeli; Bernini (75° Goretti), Mamede, Mocarelli, Anaclerio (77° Pellecchia); Ginestra (81° Rubino), Mazzeo. All. Cari

TERAMO: Paoloni; Maury (87° Turienzo), Migliaccio, Cascone (59° Criaco), Radi; Margarita, Gargiulo, Catalano, Favasuli; Levacovich ( 65° Baldi); Myrtaj. All. Fiorucci

Arbitro: Lorenzo Ferrandini di Sondrio

Ammoniti: Bernini, Cascone, Maury, Paoloni

Fonte www.goal.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui