PAGELLE: Ranalli c´è, D´Alterio no

0
27 views

MARRUOCCO 6,5: bellissima prestazione del portierone rossonero che riesce a ribattere le avanzate avversarie in più occasioni. Miracoloso quando blocca un’avanzata dei canarini con ben due risposte: la prima volando, la seconda di piede. Da rivedere, però, i rinvii che oggi erano quasi tutti fuori misura.
D’ALTERIO 5: ancora imballato nei movimenti, non riesce a conciliare la manovra offensiva con quella difensiva ritrovandosi così a non fare bene nessuna delle due. Sicuramente da rivedere.
SPORTILLO 6: si piazza a sinistra e dalla sua parte il Frosinone (che preferisce avanzare sulla destra dove c’era un D’Alterio non proprio in grande spolvero) spinge poco. Sempre pronto anche in quelle poche occasioni in cui i ciociari si fanno vivi.
PAGLIARULO 6: il “guerriero foggiano” lotta come può e, anche con la testa fasciata in stile “Rambo”, respinge di testa quanti più palloni possibili. Sul goal degli avversari è incolpevole avendo subito, dal goleador ciociaro, un fallo non ravvisato dall’arbitro che oggi, assieme ai suoi assistenti di linea, era a dir poco imbarazzante.
DI GIORGIO 6: anche se inesperto, l’acerbo Di Giorgio sembra a suo agio nella difesa rossonera improvvisando, per tutta la gara, un duello con Ginestra (che non è un cliente facile) uscendone vincitore in più circostanze.
STEFANI 7: sempre più “capitano”. Lotta, corre e suda la maglia come pochi, guadagnandosi (vedi i suoi recuperi in scivolate o in acrobazia) gli applausi del pubblico presente allo Zaccheria. Accusa un po’ di stanchezza nel finale di gara. Insostituibile.
SCARPA 6,5: mister Morgia gli chiede di arretrare a centrocampo affidandogli il ruolo di esterno destro nel 4-4-2. Cerca sempre di tornare in difesa a dare una mano ai compagni e a ripartire nella manovra offensiva: missione compiuta.
MORO 5,5: non sembra molto “in palla” e lo dimostra quando, facendosi sfuggire qualche avversario, costringe agli straordinari il suo compagno di reparto Stefani. (CATALANO sv)
CANTORO 6: sarebbe stato l’eroe del match se, sul risultato di 0-0, l’arbitro gli avesse convalidato un goal regolare. Purtroppo non è così e nel secondo tempo, ormai stanco, cede lo scettro di “eroe di giornata” a Ranalli.
(FREZZA 7: entra e da una scossa alla fascia sinistra del Foggia con sgroppate strappa-applausi)
MOUNARD 6,5: il gioiellino rossonero, nervosetto come al solito, dimostra essere in campo pieno di buone intenzioni, rabbia agonistica e voglia di vincere ad ogni costo. Riesce meglio nella fase difensiva (recuperando palloni in quantità industriale), ma è comunque delizioso quando con dei colpi di genio da vita alle manovre d’attacco.
FANELLI 5: spaesato e fuori ruolo. Non riesce a dare il meglio di sé, anche se ha un grande potenziale.
(RANALLI 7,5: ecco a voi l’uomo della provvidenza! Entra quando il Foggia è in svantaggio e, come se fosse un mago, riesce a “sparire” e sfuggire al proprio marcatore diretto, raccogliere la palla, spararla sotto la traversa e ad incantare lo Zaccheria con il goal del pareggio. Sfiora il 2-1 con un siluro che sfiora l’incrocio. Splendido)
Nella foto Frezza tra i migliori in campo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui