Notizie sull´ambiente biancorosso

0
10

L´ambiente biancorosso è sicuramente uno dei più salubri dell´intera serie c. I tifosi hanno piena fiducia nei propri beniamini e nel piccolo grande mister Acori, una fiducia ripagata con i risultati. Le ragioni di tanta armonia vanno cercate nella programmazione societaria. Da anni il Rimini è in vetta alle graduatorie dei campionati di appartenenza. Negli ultimi cinque anni non è mai andata più in basso della zona play off, sia in C2 che in C1 ed ha allestito squadre sempre all´altezza delle più blasonate avversarie. La società si è costruita nel tempo un immagine di società vincente e ambiziosa e, nonostante le brucianti sconfitte ai play off, ha avuto sempre la forza di ripartire migliorandosi di anno in anno e conquistando, grazie alla programmazione e ad un gruppo di calciatori compatto che costituisce da anni l´ossatura della squadra, prima la promozione in C1 e poi la vetta della classifica, ad un passo dalla serie B. L’unico neo è forse riscontrabile nelle presenze allo stadio, che si aggirano intorno ai 3500 spettatori a partita, pochi, nonostante la ridotta capienza del Neri, per una squadra che sta distruggendo il campionato di serie C1. Proprio sugli spalti si dovrebbe vivere una bella giornata, con le due tifoserie divise dalla fede calcistica ma accomunate da un rispetto reciproco. I tifosi biancorossi, infatti, durante la partita di andata hanno esposto uno striscione in memoria delle vittime del crollo di via delle Frasche ed hanno a più riprese espresso elogi per i supporters rossoneri attraverso i propri siti internet. La settimana post Giulianova non ha avuto particolari ripercussioni sull´ottimismo dei tifosi e sul morale della squadra, anche se alcune decisioni arbitrali non sono andate giù a Ricchiuti che ha polemizzato per due gol non ravvisati dall´arbitro. Proprio il fantasista italo-argentino, però, carica i suoi in vista del doppio impegno con Foggia e Vis Pesaro, due incontri da vincere per sfruttare al meglio i difficili incontri di Avellino e Napoli, impegnate rispettivamente contro Martina e Sambenedettese. Qualche critica al risultato di domenica scorsa arriva anche dal tecnico Acori che sottolinea la bontà della prova offerta dalla squadra ma anche l´inutilità del pareggio di fronte ai gol nei minuti di recupero segnati dalle rivali campane, una casualità che sta diventando consuetudine. (nella foto i calciatori riminesi esultanti allo Zaccheria)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui