MARINO: “sconfitta meritata” – PAGANA: “non sono un traditore!”

0
8

Non ce l´ha fatta il Foggia, questo pomeriggio, a superare la capolista Acireale. Dopo Teramo e Lanciano, infatti, i rossoneri cedono anche all´Acireale, inanellando così la terza sconfitta consecutiva allo Zaccheria. I siciliani a loro volta raggiungono un meritato successo che li consente di consolidare il primato in classifica, di allungare ad undici la serie dei risultati positivi e di ottenere l´ottavo successo esterno. “Abbiamo subìto una sconfitta meritata – esordisce così Pasquale Marino in conferenza stampa – abbiamo sbagliato partita e non siamo stati in grado di imporre il nostro gioco. E´ riduttivo pensare che giocare bene solo per venti minuti, così come abbiamo fatto noi, ci avrebbe consentito di battere la capolista. L´Acireale ha mostrato di essere la formazione più forte del campionato, è stata superiore in tutto ed ha meritato largamente la vittoria. Purtroppo le partite casalinghe stanno diventando un incubo per noi, non riusciamo a giocare la palla nel modo in cui facciamo in trasferta, pertanto dobbiamo necessariamente cercare di cambiare registro. Spero che il mercato ci aiuti ad uscire fuori da questa situazione – conclude il tecnico rossonero – l´organico a disposizione necessita di essere rinfoltito al più presto. Così come spero che lo stesso si concluda il prima possibile, per far si che i calciatori distratti dalle voci di mercato, tornino a concentrarsi esclusivamente sul Foggia”. Sull´altra sponda invece, il sorridente tecnico Costantini, elogia la prestazione dei suoi uomini: “credo che la vittoria di oggi sia ampiamente meritata, per il modo in cui è giunta e per come l´abbiamo costruita. Abbiamo giocato contro una squadra che adopera un buon calcio. Il Foggia ha disputato una buona gara, specie nella parte iniziale, però ha risentito di alcune assenze importanti”. Presente in sala stampa anche l´autore del primo gol della partita Pagana(nella foto), che ha colto l´occasione per rispondere a chi gli ha dato del traditore per non essersi accasato al Foggia: “è vero, avevo un accordo con il Foggia per passare in maglia rossonera, ma poi la trattativa è saltata per cause a me non imputabili. Il Paternò ha preferito l´offerta dell´Acireale a quella del Foggia cedendo così il mio cartellino ai granata. Mi sarebbe piaciuto giocare in una grande piazza come Foggia e con un allenatore così preparato come Marino, al quale auguro una carriera ricca di soddisfazioni. Per quanto riguarda invece, la gare di oggi, credo che bisogna dar merito all´Acireale che è venuta a Foggia ad imporre il proprio gioco”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui