Le parole di Pasquale Padalino nella conferenza pre Palermo

0
8

Durante la giornata odierna l�allenatore del Foggia, Pasquale Padalino, ha parlato della preparazione della squadra in vista dell�incontro di luned� sera contro il Carpi.
Le sue parole:
“Alcuni dei nuovi potrebbero gi� partire titolari perch� occorre che non abbiamo tantissime partite ed i nuovi devono essere bravi ad inserirsi, abbiamo fatto solo un allenamento con loro, per poter spiegare quali sono i dettami tattici della squadra, ma faremo in modo che gli innesti risultino efficaci. Il mercato ha dato ci� che poteva offrire, ne abbiamo preso in considerazione anche altri che non siamo riusciti a prendere; l�auspicio per i nuovi � che capiscano subito l�importanza che devono avere all�interno di questo gruppo, loro hanno le capacit� e le abitudini per dare nuova linfa ad una squadra che ha specifiche qualit�.
Prima di arrivare ad Ngawa sono stati presi in considerazione altri profili che nel corso delle trattative non si sono sviluppati, di lui comunque siamo contenti, nella difesa a 3 pu� darci una mano, ha corsa, si � subito inserito con voglia per mettersi in evidenza e ritagliarsi uno spazio importante, ha svolto due allenamenti in pi� rispetto a Marcucci e Matarese, due giovani che credo comunque siano pronti; Galano e Kragl sono rimasti e cerchiamo la giusta strada per farli rendere al meglio; Matarese e Marcucci potranno risultare utili, ma possono anche ricoprire ruoli che gi� avevamo; per caratteristiche Billong � venuto ad aumentare, insieme ad Ngawa, un reparto che doveva inspessirsi, il pensiero di cercare la miglior formula per fare esprimere al meglio sia i vecchi che i nuovi calciatori l�abbiamo gi�. Un calciatore non lo conosci veramente se non lo alleni, solo cos� trovi alcune caratteristiche, avendolo tutti i giorni sotto gli occhi. Il mercato � questo, ci sono esigenze al di l� delle proprie volont�, mi riferisco all�esigenza di monetizzare, ma non � il caso nostro, ad esempio un calciatore che pu� voler avvicinarsi a casa, se fosse accaduto avremmo provveduto alla sostituzione. Ripeto abbiamo cercato di prendere top player, ma non c�erano le condizioni, non � semplice, avremmo voluto portare a casa Carretta che avremmo potuto utilizzare in pi� ruoli, adesso conta il gruppo e trovare la soluzione migliore per fare un campionato diverso e dei punti. Mi aspetto che i ragazzi capiscano che al di l� dell�avversario dobbiamo incrementare un certo tipo di lavoro, partito da un mese, e quindi andare alla ricerca dei risultati attraverso un determinato atteggiamento, si sono sempre presentati vogliosi di raggiungere il risultato, ma la forza di un gruppo passa anche da momenti come Crotone, lo stimolo di questa squadra non passa attraverso il nome degli avversari, ma dalla classifica. Per il bene della squadra e per portarci verso un futuro migliore, i problemi extracalcistici non devono interessare e neanche le assenze si devono prendere in considerazione perch� � una rosa gi� pronta per la serie A.
Iemmello ha avuto qualche problema cos� come Agnelli, Pietro � stato lontano 1 giorno e mezzo dagli allenamenti, gli altri si sono allenati bene e credo che disputeranno una buona prestazione al di l� del risultato. La speranza di avere gli infortunati disponibili il prima possibile, non mi soffermo sui giorni, prima li ho a disposizione meglio �. Secondo quelle che sono state le indicazioni del medico Zambelli e Tonucci dovrebbero mancare circa 2/3 settimane. Billong e Ingrosso sono due centrali insieme ad Ngawa dei centrali strutturati ben messi, hanno portato fisicit� ad un reparto difensivo che ci porta a prospettive diverse in difesa. Leali l�ho trovato bene, ha dimostrato il desiderio di mettersi in discussione perch� viene da un periodo di inattivit�, deve aver fiducia in se stesso, insieme a Noppert saranno i due antagonisti per occupare il posto da titolare, per� � un ragazzo che sa bene dove � venuto ed � sembrato gi� in sintonia con i compagni. Immagino che la richiesta ai calciatori del Palermo � di mettere a tacere le chiacchere che non vengono scalfiti da cose che vengono da fuori, la squadra scende in campo sicuramente per il risultato pieno, estraniandosi dagli aspetti societari, concentrandosi sul campo, per mantenere il primato ampiamente meritato. Loro riescono a portare avanti questo genere di idea perch� sono calciatori che hanno fatto la serie A, abituati a sentirsi sotto pressione, Palermo e Foggia sono due citt� dove bisogna dimostrare di sapere sopportare la pressione.
Del mercato delle altre il Carpi mi � sembrato che abbia fatto un mercato veramente di livello con giocatori come Ciss�, ognuno ha le proprie esigenze e possibilit�, ma mi interessa relativamente, dobbiamo fare il meglio con quello che abbiamo in casa nostra, ho rivisto la partita col Crotone e sono confortato, ho visto una squadra vogliosa di recuperare , che per� ha consentito con squadra schierata di prendere il secondo goal, non dico che � stata una buona prestazione ,ma � stata meno peggio di quello che il risultato racconta. I punti di forza non sono stati pochi, non dal punto di vista del possesso palla, ma si � vista la volont�. Concedere poco anche quando sembra che domini il gioco perch� gli errori possono costare il risultato finale. Questa squadra ha bisogno di una mentalit� di un certo tipo, gli obiettivi sono stati modificati rispetto ad inizio stagione in maniera forse anche un po� presuntuosa, oggi prendiamo in considerazione la classifica e ci vuole un atteggiamento diverso non abbiamo altre possibilit�. La possibilit� di recuperare c��, occorre continuit�, ci deve essere quella ferocia di rimediare cosa � successo in passato senza centrare capri espiatori, ma di cercare di ripartire anche attraverso gli acquisti di Gennaio, tenendo conto delle esigenze delle componenti, ci� che conta � che la squadra possa fare un salto in avanti mettendo a dura prova ogni singolo componente, che pu� portare questa squadra ad una rinascita, io non devo guardare a ci� che � stato prima ma guardare avanti in maniera positiva sapendo che si pu� sicuramente fare di pi�. Cerchiamo di andare oltre ci� che � stato e poi pi� avanti potremo fare anche i processi. Ne abbiamo trattati tanti, tanti nomi invece escono venendo buttati li, ma la soddisfazione personale la ottengo solo a fine campionato: se non verifichiamo i risultati non conta nulla. Non importa guardare ai singoli, ma al totale e ci vuole unit� di pensiero.
A centrocampo abbiamo fatto le nostre considerazioni, ci sono degli incastri che non sempre riescono per esigenze personali e di societ�, perch� quando chiedi sei tu a fare il primo passo, poi la richiesta pu� essere eccessiva, avremmo potuto sicuramente pensare di portare a casa qualcun�altro in quel reparto, ma abbiamo gi� Agnelli, Deli, Greco, Busellato ecc� Ormai il mercato � chiuso, ci� che potevamo fare l�abbiamo fatto. E� stato fatto il nome di Calai� che non abbiamo cercato, si parla di un calciatore importante, uno dei nomi circolati come Ciss� come Crisetig, Gazzola…tra il dire e il fare ci passa un mondo c�� il gioco delle parti ds, allenatori, procuratori, calciatori. Cercavamo qualcuno funzionale alla nostra squadra, sono girate informazioni infondate su Iemmello, su Mazzeo. Abbiamo provato a portare in casa valori che potevano essere utili per il futuro immediato, conta ci� che sar� fatto, se noi ci salviamo gli acquisti saranno stati giusti e mirati, tutto il resto sono chiacchere, non mi voglio soffermare su questo perch� non porta a nulla di buono, aspettiamo risultati diversi rispetto a quelli fatti fino ad oggi.
Tenendo conto del Palermo, con qualit� evidenti a tutti, il Foggia deve tentare di cambiare la sua mentalit� e deve gestire i momenti, senza reazioni di pancia come contro il Crotone. Occorre reagire, non si pu� pensare di essere sottotono con l�atteggiamento sbagliato, sono partite che si preparano da sole, va preparata sul campo per mezzo delle nostre caratteristiche e di quelle dell�avversario, mi aspetto un Foggia che dia il via ad un inizio di campionato nuovo, il mercato � chiuso e non ci sono pi� distrazioni da quello che � il nostro obiettivo ovvero la salvezza.”.

Foto: Federico Antonellis

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui