L´Avellino estromette il Napoli dalla lotta per il primato

0
20 views

La sesta di ritorno conferma il grande equilibrio che regna in questo campionato. I numeri del torneo rimangono pressoché invariati. Il dato più importante rimane quello dei pareggi che oscilla intorno al 35% mentre rimane stazionaria la media gol a partita, bloccata da inizio campionato intorno a quota 1,96. L’ultimo turno è stato determinante anche ai fini della definizione della classifica. In vetta il Rimini torna a sentire sul collo il fiato del lupo, capace di battere in casa il blasonato Napoli, giocando una partita cinica e senza fronzoli, sul terreno di gioco del Partenio ridotto al limite della praticabilità dalle abbondanti nevicate dei giorni scorsi. Con questo risultato i biancoverdi allungano la striscia positiva a cinque vittorie consecutive senza subire reti. La vittoria dell’Avellino restringe definitivamente la lotta al vertice ad un duello tra irpini e romagnoli, una sfida che probabilmente deve ancora entrare nel vivo. L’uomo che ha riaperto il campionato è Andrea Soncin del Lanciano, autore del pareggio nella sfida contro il Rimini, dopo il vantaggio di Trotta su rigore. Soncin si conferma capocannoniere del girone con una media di quasi 0,8 gol a partita e capocannoniere della propria squadra, nella quale ha segnato circa i 2/3 dei gol totali dei rossoneri. Sempre in alta classifica tornano alla vittoria la Reggiana ed il Padova. I granata superano il Teramo in un incontro spettacolare terminato tre a due per gli emiliani, nonostante l’ottima prova dei ragazzi di Zecchini, nuovamente in crisi di risultati dopo l’exploit di inizio anno (quattro vittorie consecutive). Il Padova supera con un netto 3 a 0 la Vis Pesaro, fanalino di coda del campionato, grazie ai gol di Ginestra, autore di una doppietta dopo la disastrosa prestazione allo Zaccheria. Si riavvicina alla zona play off la Sambenedettese grazie al gol del solito Leon che trasforma il rigore che risolve una partita non esaltante sotto il profilo del gioco. Dopo un digiuno di cinque giornate torna alla vittoria la Spal contro la giovane Fermana di Cari che interrompe la serie utile dei canarini. E’ un gol di Mattia Altobelli a regalare una posizione di classifica tranquilla agli estensi. Il Foggia torna al successo esterno dopo quattro mesi nello scontro salvezza contro il Giulianova grazie al gol di Mounard che, come è successo all’ andata, approfitta di un clamoroso errore del portiere Greco. In coda alla classifica il Chieti blocca sullo 0 a 0 il Benevento e continua a sperare nella salvezza, complice il recupero contro il Cittadella di domenica prossima. Battuta d’arresto anche per il Martina che impatta contro il Sora di Capuano e rallenta la corsa alla salvezza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui