LA CRONACA: Foggia, via alla rimonta!

0
20 views

Il Foggia torna a vincere dopo sette gare di agonia (non vinceva dal 26 novembre quando, allo Zaccheria, i rossoneri si imposero per 1-0 sul San Marino). Tre punti che fanno morale e che permettono agli uomini di mister D´Adderio di portarsi a -4 dall´Avellino (secondo in classifica, sconfitto al Curi dal Perugia), prossimo avversario proprio dei Satanelli che sfideranno i Lupi nel big match del Partenio, in programma lunedì 19 (ore 15, diretta Rai Sport Sat).
PRIMO TEMPO
Nei padroni di casa è il giorno dei debutti con i neo acquisti Pecchia e Mastronunzio in campo dal 1’, mentre nel Giulianova il baby d’oro, Sarno (appena rilevato dalla Sangiovannese), si accomoda in panchina.
Partono forte i rossoneri che al 9’ vanno vicini al vantaggio con un tiro acrobatico di Mastronunzio (che termina fuori), a coronamento di una splendida azione solitaria di un Colombaretti in versione extraterrestre, capace di bersi in un lampo tutta la difesa abruzzese. Tre minuti dopo ci prova Princivalli, ma il suo tiro fuori misura. Al 15’ D’Alterio lancia Colombaretti che crossa al volo per Salgado che, di prima, calcia a rete trovando il corpo di Servi a deviare in corner. Due minuti dopo l’incessante pressing del Foggia viene premiato: Princivalli si incarica della battuta di un calcio di punizione dal limite dell’area, creando una traiettoria che beffa Visi che, immobile, guarda la sfera insaccarsi alle sue spalle. I pugliesi continuano a macinare gioco, il Giulianova è in balia degli assalti dei suoi avversari che, al 30’, trovano il raddoppio con Salgado che deposita in rete al termine di una spettacolare azione corale tutta di prima. E proprio il cileno avrebbe l’opportunità di triplicare le marcature al 40’, ma, solo contro il portiere, si lascia ipnotizzare da Visi.
SECONDO TEMPO
Nella ripresa cala il ritmo: il Foggia fa melina e gestisce il vantaggio, il Giulianova cerca invano la reazione(l’unica palla gol degli abruzzesi arriva al 39’st con una girata di Bucchi deviata da Zaccanti). Al 6’st Salgado va via in dribbling e serve Mastronunzio che, in corsa, non riesce ad arrivare in tempo sul pallone. Al 16’st ancora il cileno, a tu per tu con Visi, si fa respingere la conclusione dall’estremo difensore. Al 28’st ci prova Pecchia con un tiro da fuori (alto), mentre al 30’st è Chiaretti a sfiorare la rete con un bel colpo di testa respinto da Visi che, nell’azione seguente, vede la palla sfiorare il palo grazie ad un’incornata di Zanetti. Ultimi due brividi del match: al 45’st Pecchia serve Princivalli che, al volo, costringe Visi agli straordinari, concedendo il bis un minuto dopo respingendo una conclusione di Shala.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui