La classifica prende corpo.

0
17 views

Il Ravenna è fuggito e difficilmente potrà perdere punti proprio nel finale, dopo un cammino regolare e costante; ieri ha battuto il Perugia, in lotta per i play-off.
Questo perché l’Avellino crolla sotto i colpi di una sempre più brillante Cavese, oramai non più rivelazione di gioco ed organizzazione; le due campane sognano una finale play-off, visto che difficilmente perderanno il secondo e terzo posto.
E gli altri son d’accordo? Il Foggia resuscita, vince a S.Marino segnando 3 reti e capovolge una situazione drammatica, agganciando un Taranto che non sa più vincere, scavalcando il Perugia, non più fortunato come allo Zaccheria.
Nel posticipo la Samb di Pavone, vera sorpresa del campionato, abbatte i sogni di gloria della Juve stabia, vincendo per 3 reti ad una, fermando la serie di risultati utili consecutivi, per la legge dei grandi numeri; pensate un po’ cosa è stato capace di fare il ds con pochi investimenti, come da conferenza stampa pre-partita.
È vero che le prime due posizioni nella griglia dei play-off sono importanti ma, per statistica, può essere altrettanto importante rilevare come arriva alle finali la seconda piazzata, piuttosto che la quinta, da un punto di vista psico-fisico; una potrebbe subire la delusione di un mancato primato, a vantaggio dell’altra, forte di una rincorsa graduale.
Per il resto, il Manfredonia festeggia un’importante vittoria in chiave salvezza contro l’Ancona, il Gallipoli sale a quota 40 battendo a Terni la squadra umbra, il Martina passa sul facile campo del Giulianova; pari, invece, tra Lanciano e Salernitana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui