La benedizione del Vescovo e il sogno di Mounard

0
15 views

Per aprire un ciclo ci vuole pazienza e tanta razionalità. I risultati di solito non arrivano mai in modo inaspettato o casuale. Per centrare gli obiettivi, occorre una programmazione seria e una gestione sana. È proprio questa la filosofia del nuovo Foggia che nasce praticamente in questi giorni visto che a Castellammare di Stabia a scendere in campo è stata la bella gioventù foggiana (che ha ben figurato con, tra gli altri, Scippo ed in primis Agostinone). Adesso la rosa si è arricchita di nuovi elementi e la speranza è che da domenica prossima (allo ´Zaccheria´ arriva la Sangiovannese dell’ex Baiano) si cambi registro.
Ieri le massime autorità locali hanno salutato il Foggia del nuovo corso. C’era persino il Vescovo, Mons Tamburrino, che ha benedetto tutta la squadra, compresi i giocatori (quasi tutti) che in Chiesa non ci entrano da tempo.
“I dieci coraggiosi” così sono stati definiti gli imprenditori che hanno salvato il Foggia dal baratro del fallimento. “Operazione Lazzaro” l’ha simpaticamente apostrofata qualcuno. In effetti, solo poche settimane fa il Foggia era in coma. In tal senso è stato provvidenziale l’intervento degli imprenditori foggiani. Finalmente!.
Il Foggia dei foggiani riparte. È l’inizio di una nuova era. “Per quanto riguarda questa stagione, cercheremo di dare il massimo. Vedremo cosa ne verrà fuori” ha detto mister Morgia ieri sera. “Io voglio i play-off e lotteremo per raggiungerli” continua invece a ripetere Mounard. Il francese ci crede e con lui tutto il popolo foggiano che è disposto ad attendere pazientemente ma senza rinunciare a sognare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui