Lメavversario di turno: Brescia Calcio

0
37 views

Scritto da Piero Colangelo
Match Analyst
Osservatore scout

Da tempo � consuetudine indicare accanto alla formazione anche il sistema di gioco che la squadra attua. E� pur vero che si tratta di una indicazione statica che mette solamente in risalto come si disporr� in campo la squadra e quali sono i ruoli affidati agli undici calciatori che, non va dimenticato, nel corso dell�incontro si muovono in zone di campo piuttosto ampie, ma si tratta sempre di una indicazione convenzionale utile ad individuare il modello di gioco scelto dall�allenatore. Leggendo sui giornali sportivi e sulle pagine internet nei tabellini che riguardano il Brescia nelle gare disputate contro Pro Vercelli e Ternana , viene indicato che la squadra gioca con il sistema 1-4-2-3-1, ma se si osservano con attenzione le due partite in questione si rileva inequivocabile che l�allenatore attua il classico 1-4-4-2.Questo particolare non sar� certamente sfuggito allo staff tecnico rossonero che avr� individuato le giuste contromosse per contrapporsi alla soluzione tattica studiata da Boscaglia.
L�allenatore bresciano, tornato in panchina dopo la negativa parentesi legata alla gestione Marino, ha rimesso in piedi la baracca sperimentando inizialmente pi� soluzioni tattiche ed il modulo scelto nelle ultime due giornate sembra quello che garantisce maggiore equilibrio ed appare il pi� funzionale in rapporto all�organico a disposizione.
Boscaglia ha finito per optare per una difesa a 4 spostando Coppolaro (97) , calciatore nel giro delle nazionali giovanili, dal suo naturale ruolo di centrale a quello di esterno di fascia. L�ex reggino, che gi� nel 2014 esord� in serie B, sta rispondendo appieno alle aspettative del tecnico e non mostra difficoltare a partecipare alla fase offensiva quando quest�ultimo si sviluppa sulla sua fascia di competenza. Sulla fascia sinistra si � immediatamente insediato Felipe Curcio (93), acquisito nel marcato invernale ed a Foggia considerato una delle tante meteore della squadra targata Padalino. Curcio oggi sembra la bella copia di quel calciatore che poche volte ha indossato la maglia rossonera e che nelle sue sporadiche apparizioni era apparso distratto in fase difensiva e poco concludente quando c�era da attaccare. Il brasiliano in questi tre anni � cresciuto tantissimo soprattutto sotto l�aspetto tattico e temperamentale, migliorando in suo gioco in fase di non possesso. Mostra un piede da brasiliano nei cross e nelle punizioni ed � anche migliorato sotto l�aspetto fisico, tanto che nelle prime partite giocate con le rondinelle si � sempre messo in luce come tra i migliori in campo.
Al centro della difesa, accanto alla chioccia Gastaldello (83), gioca il figlio d�arte, Somma (95) che garantisce sempre un buon rendimento anche se non mostra ancora quella maturit� che potrebbe portarlo nella categoria superiore.
Il portiere Minali (94) � un prodotto del vivaio locale che gi� da tre anni � titolare della squadra. A mio parere non � un portiere di grandi prospettive.
Altro prodotto del vivaio locale e di ben altro spessore � il play Tonali, il �duemila� sembra il fratello minore di Pirlo e non solo per lo stesso taglio di capelli. Non avr� la classe cristallina dell�ex bianconero, ma mostra personalit�, determinazione e visione di gioco inusuali per calciatori della sua et�. I margini di crescita sembrano davvero importanti e rispetto a Pirlo, tra qualche anno, potr� vantare una maggiore fisicit�.
Martinelli (93) � il centrocampista con maggiori attitudini difensive, corre e chiude i varchi come pochi, rappresentando una sorta di diga per linea difensiva. Al momento � fuori dal progetto tattico del tecnico Bisoli (94) un centrocampista dai piedi buoni e dotato di un buon tiro, in grado di ricoprire pi� ruoli nella zona centrale.
I due esterni di centrocampo Embalo (94) e Furlan (90) , hanno spiccate caratteristiche offensive , Embalo in particolare.
Boscaglia non considera il guineano una punta, nella prima partita in cui � stato impiegato, con il Parma, ha svolto il ruolo di trequartista, per poi essere dirottato nelle due partite successive sulla fascia con compiti anche di copertura . Prevalentemente gioca sulla corsia di sinistra ma se le situazioni di gioco lo impongono si sposta sulla fascia opposta, alternandosi con Furlan. Quando Curcio fluidifica, Embalo stringe al centro, assumendo la posizione di sottopunta con l�intendo di sorprendere la difesa avversaria con pericolose percussioni.
Furlan � uno dei tanti calciatori che non hanno avuto fortuna in terra barese, dotato di tanta corsa e bravo anche a saltare l�uomo. Sulla fascia rappresenta una garanzia.
Un ragazzo interessante � anche l�acquisto invernale Spalek (97), tecnicamente bravo, rapido , tanto da mettere spesso in difficolt� il diretto marcatore. Potrebbe diventare un pericoloso concorrente per i due esterni a tutta fascia titolari .
L�attacco del Brescia pu� vantare una performance migliore solo rispetto ad Ascoli e Carpi. Eppure in organico ci sono il sempre pericoloso Caracciolo (81), l�ottimo Torregrossa (92) e la promessa nigeriana Okwonkwo (98).
Quest�ultimo sembra aver superato nelle gerarchie l�airone anche se le sue prestazioni nelle due gare disputate sono state in chiaroscuro, Si tratta comunque di un calciatore dotato di grande velocit� sulla breve e media distanza, grazie ad una muscolatura degli arti inferiori davvero esplosiva.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui