Il punto sulla Serie D e sull´Eccellenza

0
13 views

Nella trentaduesima giornata del girone H della Serie D ennesimo successo per il Manfredonia, che espugnando il terreno del Bojano con il punteggio di 2 – 1 è ad un passo dalla storica promozione in Serie C2. Sipontini in vantaggio al 30´. Irresistibile azione personale di Romito sulla destra. L´attaccante sipontino una volta entrato in area di rigore veniva steso da Ferruccio Mele. Il direttore di gara decretava la massima punizione, che Vadacca trasformava con freddezza. Al 33´ i padroni di casa raggiungevano il pareggio. Su una punizione calciata da Di Maio interveniva Parisi che con una leggera deviazione ingannava De Marco. Nella ripresa gli ospiti realizzavano la rete vincente al 65´. D´Ambrosio entrava palla al piede in area di rigore dove veniva affrontato da Opara, finendo rovinosamente a terra. Il direttore di gara concedeva il secondo calcio di rigore ai sipontini. Si incaricava della trasformazione ancora Vadacca che realizzava la sua personale doppietta. Nel finale da segnalare una rete annullata ai padroni d casa dal direttore di gara, messa a segno da Fusco sugli sviluppi di un calcio d´angolo, e l´espulsione al 90´ di Velardi per un fallo di reazione. Nella trentaduesima giornata del campionato d´Eccellenza Pugliese, pareggio con il punteggio di 2 – 2 tra il San Giorgio Apricena ed il Fasano. Padroni di casa in vantaggio al 16´ con Conte, pronto a sfruttare un´incertezza dell´estremo difensore ospite per superarlo con un preciso pallonetto. Al 31´ il Fasano rimaneva in dieci uomini per l´espulsione di Toursel per proteste. Al 59´ i padroni di casa raddoppiavano. Un preciso cross dalla sinistra di Lupardi serviva Gentile che superava Scarcia con un tiro molto preciso. Al 66´ gli ospiti accorciavano le distanze con Di Pinto che superava Daddi con un violento tiro su calcio di punizione. Al 68´ l´arbitro ristabiliva la parità numerica delle squadre in campo espellendo Mennella per un entrata scomposta su un giocatore avversario. All´88´ gli ospiti acciuffavano il pareggio grazie ad un calcio di punizione calciato da notevole distanza da Mastrolonardo che, complice una pozzanghera che ne cambiava la traiettoria, sorprendeva nettamente Daddi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui