Il punto sulla Promozione

0
9

Per la sedicesima giornata del girone A del campionato di Promozione largo successo interno del Lucera che ha battuto 3 – 0 l´Atletico Andria. Svevi in vantaggio al 36´ con Gargiulo, rapido ad inserirsi in area di rigore ed a superare l´estremo difensore barese con un tocco di punta che carambolava sul palo sinistro prima di terminare in rete. Al 39´ arrivava il raddoppio ad opera di Ricci che, servito da Gargiulo, batteva da pochi passi Petruzzelli per la seconda volta. Al 49´ gli ospiti rimanevano in dieci per l´espulsione di Di Benedetto per fallo da ultimo uomo. Al 52´ la terza rete della formazione foggiana, con un gran colpo di testa di Ricci su cross di Palmieri. Vittoria esterna del San Severo, che ha espugnato il terreno del Corato con il punteggio di 2 – 1. Padroni di casa in vantaggio al 19´ con un tiro in mischia di De Palma deviato nella propria rete da Grandi. La formazione foggiana perveniva al pareggio al 53´ con Bergantino, bravo ad infilare in diagonale Camporeale sugli sviluppi di un fallo laterale. Al 78´ la formazione foggiana segnava le rete vincente grazie a D´Anzeo che, servito alla perfezione da Vasciarelli, solo davanti al portiere non falliva la facile conclusione. In pieno recupero, il direttore di gara concedeva un calcio di rigore ai padroni di casa per un atterramento di Morgigno, ma Strippoli, incaricato della trasformazione, la falliva spedendo il pallone al lato della porta difesa da Profilo. Il San Giovanni Rotondo è stato battuto a Molfetta con il punteggio di 1 – 0. La rete vincente della formazione barese è stata messa a segno al 76´ da De Bari, che risolveva una mischia a seguito di un calcio d´angolo superando fortunosamente Di Gennaro. Sconfitta anche per l´Audace Cerignola, superata con il punteggio di 1 – 0 a Castellana. Al 56´ i padroni di casa fallivano un calcio di rigore, concesso dal direttore di gara per un fallo commesso su Mastellone, con Romano, che calciava la sfera oltre la traversa della porta difesa da Marinacci. Lo stesso Romano si faceva perdonare al 76´ quando risolveva un batti e ribatti in area di rigore superando Marinacci da sottomisura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui