Il prossimo avversario del Foggia : BRINDISI F.C.

0
28

In un campionato dove squadre blasonate e ben attrezzate, come Taranto, Cerignola, Foggia, sembrava dovessero fare un campionato a parte, ha impressionato soprattutto la matricola Brindisi. Se non ci fosse stata la rocambolesca partita di Andria, dove la squadra, seppur in nove uomini, ha tentato sino all’ultimo di uscire indenne dal derby, sarebbe al primo posto in compagnia del Foggia.
E domenica ci sarà la sfida tra le due squadre che forse più delle altre hanno saputo interpretare al meglio il clima di questo girone H, dove ogni partita è una sorta di battaglia che si gioca soprattutto sul piano dell’agonismo.
La rosa del Brindisi è formata soprattutto da calciatori caratteriali, che tranne qualche rara eccezione, possono vantare una lunga esperienza sui campi della quarta serie ed anche in categorie inferiori. E’ il caso di Ianniciello, Fruci, Merito, Montaldi, D’Ancora, Ancora e Sorrentino. Fa eccezione Marino, un calciatore dotato di ottima tecnica individuale che, partito dalla primavera dell’Inter ed aver esordito in serie A, è stato frenato nella sua carriera da tanti infortuni e da un carattere piuttosto bizzoso.
La difesa del Brindisi ha conservato l’ ossatura della passata stagione, Sono infatti titolari inamovibili il portiere cresciuto nel proprio vivaio Lacerignola, i due centrali Ianniciello e Frusci, oltre all’anziano ma sempre valido Merito.
Nella zona centrale del campo, intorno a Marino, giostrano l’ottimo D’ancora, un calciatore che unisce a tanta corsa e furore agonistico, anche una buona tecnica e capacità di concludere a rete. Completano il terzetto di centrocampo il giovane Lombardo in prestito dal Catania o gli esperti Masocco e Zappacosta.
In attacco, azzeccato è stato l’acquisto del quasi quarantenne Montaldi , che in queste prime partite ha avuto a suo fianco, a volte, l’altro sudamericano Granado, mentre si sono alternati gli esperti Ancora e Sorrentino ed i promettenti under Maglie e Mosca e Toure.
Le due squadre arrivano a questa sfida ampiamente rimaneggiate, ma è certo che lo spettacolo sotto l’aspetto puramente agonistico, non mancherà.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui