IL PROFILO CALCISTICO DI GIORDANO MACCARONE

0
60

scritto da Piero Colangelo
Match Analyst FIGC, SICS , PANINI
Allenatore UEFA B
Osservatore Scout R.O.I.

Giordano Maccarrone, è stato un calciatore fortemente voluto dalla nuova società e già nei primi giorni del ritiro precampionato si era messo in mostra come uno degli elementi più positivi della rosa. Purtroppo una brutta caduta a seguito di uno scontro di gioco lo ha messo out e solo tra una quindicina di giorni potrà riprendere gli allenamenti.
Nel Bisceglie dello scorso anno era l’elemento di maggior spicco ed esperienza con il compito di guidare la giovane difesa della squadra neroazzurra nel difficile tentativo di raggiungere la salvezza. La difesa però non è stata impeccabile, subendo 41 goals in 36 partite, e nemmeno il rendimento di Maccarrone è stato dei migliori. Un noioso infortuno ad inizio stagione ne ha condizionato non poco il rendimento, tanto che ragazzo siciliano non è stato in grado di confermare il discreto campionato giocato con la Virtus Francavilla e quello dell’anno precedente a Messina. .
Maccarrone non è mai sceso nella lega dilettanti, ma la possibilità di giocare in una piazza importante come Foggia deve aver convinto il calciatore a scendere di categoria. A Foggia lo ricordano per un Messina – Foggia 1-2, dove fu proprio Maccarone, a tempo ormai scaduto, a sbagliare il goal del pareggio per i peloritani, tirando da favorevolissima posizione proprio dove era piazzato Guarna.
Giordano Maccarrone è un calciatore dalla struttura fisica normolinea alta, 191 cm. per ben 91 kg, di peso. Calciatore molto strutturato fisicamente, con volumi muscolari superiori alla media.
Non possiede una corsa veloce e la reattività ed esplosività muscolare nell’elevazione si dimostra soltanto sufficiente.
Anche le capacità tecnico tattiche sono tutto sommato nella sufficienza. Maccarrone si dimostra bravo nel controllo e difesa della palla e predilige i passaggi appoggiati e le verticalizzazioni alte alla conduzione della sfera. Molto attento nel posizionamento e sempre pronto ad arrivare in anticipo sulla palla, soprattutto per quanto riguarda le traiettorie aeree.
Si dimostra abile anche nella marcatura della punta centrale, cercando spesso l’anticipo. Determinato nei duelli, dove spesso cerca il contrasto. Certamente la marcatura 1 >1 rappresenta uno dei suoi punti di forza e per ogni attaccante si pone come un argine difficile da superare. In una difesa a 3 predilige il ruolo di difensore centrale mentre il suo piede naturale è il destro anche se utilizza con buona padronanza anche il sinistro.
Sotto l’aspetto tattico, a volte non sceglie in modo corretto il tempo della marcatura e non sempre utilizza la postura migliore per anticipare l’attaccate.
I dati Wyscout confermano la descrizione fatta del profilo del calciatore.
Alta la percentuale dei passaggi accurati 70,90 %, ma come indicato in precedenza, la trasmissione della palla avviene in sicurezza e molto raramente tenta la filtrante per un vertice.
Elevata è anche la percentuale dei lanci lunghi 46,3%. Anche i numeri dimostrano che il calciatore è forte nei duelli sia con palla a terra, 64,4% quelli vinti che per quanto riguarda quelli sulle palle alte 64,1%.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui