IL PROFILO CALCISTICO DI FILIPPO GEMMI

0
84

L’intenzione dei responsabili tecnici del nuovo Foggia è quella di costruire una rosa formata da 12 over in cui, per ogni ruolo, (va escluso quello dei due quinti, di un laterale di difesa e di un centrocampista, per i quali saranno impiegati gli under) vi siano una coppia di calciatori di più o meno uguale livello, in modo che la mancanza di uno non determini alcuno scompenso dal punto di vista tecnico tattico per la squadra.

Nel ruolo di play la coppia è rappresentata da Salvi e Gemmi. Lo spostamento, per i contemporanei infortuni e squalifiche, dei difensori centrali, ha indotto Mancini a schierare sulla linea difensiva l’ex leccese e pertanto Gemmi, pur essendosi aggregato alla comitiva solo da una quindicina di giorni, ha dimostrato già con il Nardò e Fasano di trovarsi a suo agio nel ruolo assegnatogli dall’allenatore e che, comunque, ha sempre interpretato nelle squadre in cui ha giocato.

Filippo Gemmi è nato a Pontedera il 21 giugno 1997. Calciatore normotipo di altezza media (178 cm. x 70 kg. di peso), ha una struttura muscolare non particolarmente sviluppata ma nella normalità per il ruolo di centrocampista . La corsa è sciolta e coordinata ed il calciatore dimostra di possedere buone doti aerobiche.

Discreta è la capacità di trasmissione e controllo della palla. Dotato di una buona visione periferica che, abbinata ad una discreta precisione del calcio, fa si che il giocatore sia in grado di effettuare le giocate tipiche delle squadre che cercano spesso la verticalizzazione. In fase di non possesso è solo sufficiente nell’interdizione. Bravo tatticamente nel cercare le linee di passaggio.

Gemmi ha cominciato la carriera calcistica nelle giovanili della Fiorentina per poi trasferirsi in quella del Livorno. Ha giocato nella squadra toscana alcune partite in prima squadra, senza comunque conquistarsi i galloni di titolare. Durante la campagna trasferimenti è sceso di categoria giocando nell’Olbia in serie C, dove ha collezionato solo una decina di presenze.

A Foggia cerca il riscatto per far ripartire una carriera che sinora non ha dato risultati soddisfacenti per quelle che erano le aspettative riposte nel calciatore. L’età gioca a suo favore e se Gemmi troverà le giuste motivazioni potrebbe divenire un elemento chiave del centrocampo foggiano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui