IL PROFILO CALCISTICO DI CRISTIAN NOTARISTEFANO

0
97

scritto da Piero Colangelo
Match Analyst FIGC, SICS , PANINI
Allenatore UEFA B
Osservatore Scout R.O.I.

Il Calcio Foggia 1920 ha acquisito anche il primo under, Cristian Notaristefano, che andrà non solo a rimpolpare la rosa ma deputato a lottare per un posto da titolare per uno dei quattro disponibili in rispetto alle norme che regolano il campionato di se D .
Cristian Notaristefano ha appena compiuto 19 anni, essendo nato il 12 giugno del 2000. Nativo di Altamura, ha esordito nella prima squadra della sua città all’età di 17 anni . Giocati molti spezzoni di partita, solo due però da titolare, ma che comunque sono bastati a porlo all’attenzione di molti osservatori di squadre della massima serie.
Il primo team ad interessarsi a Cristian è stato il Benevento che lo ha tenuto in prova durante tutta la partecipazione al torneo di Viareggio, Tre partite giocate quasi tutte da titolare, ma poi la squadra campana non ha ritenuto di doverlo tesserare.
L’anno successivo ha fatto parte della primavera della Spal, dove praticamente non ha mai giocato, per poi trasferirsi al Frosinone. Anche con la primavera gialloblu ha avuto poche occasioni per mettersi in mostra, solo sei partite e poi fermo ai box per un infortunio, tanto che a fine campionato ha preferito svincolarsi dalla squadra ciociara.
Cristian Notaristefano è alto circa 183 cm. per circa 71 kg di peso, è un calciatore dalla struttura fisica importante. Tronco piuttosto robusto ed arti inferiori con volumi muscolari ben sviluppati. Soprattutto in considerazione delle sua ancor giovane età, si può tranquillamente affermare che il calciatore migliorerà ancor di più le sue qualità fisiche nei prossimi due, tre anni .
E’ in possesso di una corsa agile e veloce, bella a vedersi. Cristian è dotato anche di una discreta progressione sul medio e sul lungo grazie ad appoggi sempre piuttosto ritmati e potenti.
Non particolarmente dotato sotto l’aspetto tecnico. Si dovrà lavorare perché il calciatore migliori le sue competenze tecniche, soprattutto per quanto riguarda la trasmissione e la conduzione della palla. Buono invece il gesto tecnico dello stop e del controllo.
Il giocatore dimostra discreta visione periferica e tempi di gioco interessanti. Molto bravo, infatti, a smistare la palla di prima intenzione, ma non sempre le sue giocate sono accompagnate dalla necessaria precisione.
Nell’Altamura è stato utilizzato quasi sempre come esterno basso o quinto di centrocampo, sia sulla fascia destra che quella sinistra. Destro naturale, si trova a sua agio anche a giocare a piede invertito. Riteniamo sia questo il ruolo dove riesce ad esprimere meglio le sue competenze tecnico tattiche. Durante la sua esperienza a Frosinone ed anche nelle partite disputate al Torneo di Viareggio, il ragazzo è stato utilizzato spesso in altre zone di campo e con altri compiti. In alcune partite ha giocato come centrocampista centrale ed a volte persino come difensore centrale. Certamente è un calciatore ancora molto da scoprire ed affinare che, comunque dimostra intelligenza tattica e duttilità, però non vi è dubbio che le sue doti migliori siano la facilità di corsa e la generosità nel coprire tutta la fascia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui