IL PERSONAGGIO: ecco a voi ´Pendolino´ Colombaretti

0
23 views

La cura D´Adderio mostra i suoi primi frutti. Ok, è presto per giudicare e il Giulianova non è proprio una squadra da considerare un vero banco di prova, ma qualche schema e un pizzico di organizzazione di gioco cominciano a vedersi. Ed è già qualcosa.
L´emblema della ripresa psico-fisica del Foggia è senza dubbio Tommaso Colombaretti, calciatore arrivato in Capitanata in estate, ma sempre messo da parte da mister Cuoghi che, adesso, però, può ammirare il suo più grande errore da un´ampia distanza di sicurezza dai Satanelli. D´Adderio lo ha rivalutato, gli ha dato una chance e Colombaretti ha risposto alla grande sfoderando una prestazione superlativa: un vero e proprio treno in corsa che si è abbattuto sul Giulianova (che, in fase offensiva, aveva la pericolosità di Gandhi…). E per dimostrare il suo grande stato di forma gli sono bastati nove minuti: prende palla sulla sinistra, comincia a correre palla al piede, salta avversari come birilli e si toglie anche lo sfizio di fare un tunnel alla Figo al povero centrale difensivo abruzzese (che starà ancora cercando il pallone).
Lui e Princivalli (anch´egli autore di una prestazione superba coronata da una rete, un eurogol mancato ed una rabona alla Ronaldinho) hanno brillato e guidato i compagni, con la fattiva collaborazione del direttore d´orchestra Fabio Pecchia, annientando il debole Giulianova, costretto a deporre le armi (e le speranze di strappare un punticino) dopo soli 30´. Due a zero e pratica archiviata.
Scatta e va ´pendolino´ Colombaretti. Il posto sulla fascia ormai è suo e non se lo farà scappare. A lui l´onore di essersi fatto trovare subito pronto. Ora sta al Foggia non farsi trovare impreparato nel big match di domenica contro l´Avellino. Una sfida ad alta tensione sconsigliabile ai deboli di cuore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui