IL MIO PERSONALE GIUDIZIO SULLE SQUADRE DOPO IL GIRONE DメANDATA (II Parte)

0
22 views

Scritto da Piero Colangelo
Match Analyst
Osservatore scout

(SQUADRE CHE PUNTANO AD UNA SALVEZZA TRANQUILLA)

Nella prima parte del pezzo � stata fatta una valutazione delle nove squadre che, a parere di chi scrive, hanno organici di tutto rispetto e possono ambire con fondato ottimismo alla promozione diretta o ai play off.
Le altre tredici compagini non sembrano possedere rose dello stesso livello e se non ci saranno grossi stravolgimenti nel mercato di riparazione potranno, nella migliore delle ipotesi, ambire ad un campionato tranquillo senza essere immischiate nella lotta per non retrocedere.
Venezia: voto 6 . Il Venezia, sin dalla prima giornata di campionato, ha messo in campo quelle che sono state le armi migliori mostrate nello scorso campionato di Lega Pro, in particolare, la fisicit� di gran parte della rosa, un� attenzione meticolosa alla fase difensiva ed alle realizzazioni su palle inattive. L�organico per� non sembra avere quel tasso tecnico che possa consentire alla squadra di ambire ad una posizione di classifica che vada oltre una salvezza tranquilla.
Carpi: voto 6 . La squadra emiliana � partita di slancio sfruttando nelle prime partite le difficolt� tattiche che un po� tutte le compagini nella fase iniziale del campionato hanno incontrato. Ma per il Carpi si possono fare le stesse considerazioni fatte per il Venezia.
Salernitana: voto 6. La Salernitana ha in organico calciatori di sicuro affidamento per la categoria ma che non � stato costruito con il giusto criterio. In sovrannumero, anche in funzione del sistema di gioco che il subentrato Colantuono � solito adottare, sono gli esterni offensivi, mentre si registrano pochi elementi in grado di garantire un numero consistente di gol ed un filtro efficace a centrocampo.
Avellino: voto 6. LメAvellino nel girone di andata non ha reso come nelle previsioni. La squadra non ha trovato un equilibrio tattico e tante sono state le partite, in particolare quelle fuori delle mura amiche, in cui la squadra non ha raccolto punti. Novellino, nel corso del girone di andata, ha spesso cambiato modulo ma sembra non aver ancora sciolto il dubbio amletico se giocare con due punte fisse o con un attacco a tre. Nessuna delle due soluzioni lo hanno pienamente convinto.
Cesena : voto 6. Il Cesena ha una squadra attrezzata per raggiungere una salvezza tranquilla. L�inizio di campionato fortemente negativo ha portato alla sostituzione dell�allenatore ed il lavoro del subentrato Castori inizia a dare i suoi frutti con la squadra che pian piano ha migliorato la fase di non possesso , risultando anche pi� incisiva in fase di realizzazione.
Perugia: voto 6 . La scelta di puntare su di un allenatore poco esperto della categoria e che in C aveva sostituito l� ex Bucchi alla Maceratese non si � dimostrata felice. Dopo una partenza spumeggiante la squadra ha mostrato limiti notevoli in fase di non possesso, esponendosi spesso pericolosamente alle ripartenze degli avversari. Sinora Lerda non ha saputo risolvere il problema in chiave tattica avendo a disposizione una rosa per lo pi� formata da calciatori bravi nell�offendere.
Novara: voto 6. La squadra piemontese non � riuscita ad esprimere in fase offensiva tutta la potenzialit� del suo organico. Pur messa ottimamente in campo dal tecnico Corini, in casa ha ottenuto pochi punti soprattutto per effetto di un attacco davvero asfittico.
Virtus Entella: voto 5 e mezzo . La partenza del bomber Caputo si � fatta sentire pi� del dovuto ed a rendere ancora pi� arduo il cammino della squadra ligure si � aggiunto il grave infortunio del suo migliore acquisto estivo, Luppi. Nemmeno il cambio di allenatore ha portato sostanziali miglioramenti.
Brescia: voto 5 e mezzo . Si pensava che l�acquisizione della societ� da parte di Cellino avrebbe aperto nuovi e pi� prestigiosi scenari per le rondinelle. Ma una campagna acquisti basata soprattutto sull�ingaggio di calciatori provenienti dai vivai giovanili e l�allontanamento del tecnico Boscaglia hanno fatto si che la squadra soggiornasse costantemente nei quartieri bassi della classifica. Dopo l�esonero del subentrato Marino ed il ritorno di Boscaglia ci si aspetta anche qualche acquisto di peso che possa elevare il tasso qualitativo e di esperienza della squadra.
Foggia : voto 5 e mezzo . Il Foggia sta correndo ai ripari con l�arrivo di nuovi calciatori per porre rimedio ad una campagna acquisti che si � dimostrata deficitaria. I tanti innesti nella squadra che aveva stravinto il campionato di Lega Pro non sono stati in grado di elevare il livello qualitativo e di esperienza dell�organico. Gli errori tecnici e tattici commessi dalla linea difensiva quasi in ogni partita, sommati alla scarsa propensione alla fase difensiva degli altri reparti sono stati la causa principale dell�alto numero dei gol subiti.
Ternana : voto 5 . Non � bastato l�entusiasmo e le alchimie tattiche di Pochesci a fare in modo che la Ternana si trovasse fuori dalla zona retrocessione. La squadra, pur esprimendo un calcio a volte spettacolare e redditizio, non � altrettanto in grado di trovare un equilibrio tattico soddisfacente.
Ascoli: voto 4 e mezzo. L�Ascoli ha pagato nel girone di andata la scarsa qualit� del suo organico, l�arrivo di Cosmi ed i rinforzi di peso, alcuni dei quali gi� in rosa, potrebbero rimettere in gioco la squadra marchigiana.
Pro Vercelli: voto 4 e mezzo. Anche la Pro Vercelli ha trovato difficolt� a confrontarsi con squadre meglio attrezzate, compagine giovane che ha mostrato carenze soprattutto sotto l�aspetto della qualit� dell�organico. Nemmeno Il cambio dell�allenatore ha determinato un mutamento di rotta nei risultati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui