Il mercato del Foggia è in pieno fermento

0
12

E´ ormai esploso il calciomercato ed anche in C1 le squadre stanno cominciando a sferrare i propri colpi. Il Foggia Calcio, dopo il passaggio di mano da Trinastich a Vitale e quindi risolta ogni bega interna che creava immobilismo totale, se pur con un occhio vigile alle istanze fallimentari, può dedicarsi con maggiore attenzione alla campagna trasferimenti. Questo di gennaio appare come uno dei mercati più impegnativi degli ultimi anni per il club rossonero. Tra infortuni e richieste di trasferimento ci sarà molto da lavorare per il direttore sportivo foggiano, a proposito del quale si aspetta l´ufficializzazione del ritorno di Raffaele Sergio(in queste ore c´è una riunione per deciderne la contrattualizzazione). Quest´ultimo sulla situazione che ha trovato ritornando in capitanata si è così espresso: “Prima di parlare di giocatori da tesserare, bisognerà fare un esame attento della situazione e verificare le volontà e le condizioni dei nostri ragazzi. Ci sono alcune posizioni da recuperare, quindi prima di vedere fuori dalla nostra porta è bene valorizzare ciò che abbiamo in casa”. Iniziamo, intanto, col ricordare l´indisponibilità di Di Toro ancora per diverse settimane e la volontà di alcuni calciatori di cambiare maglia. Gli “insoddisfatti” sono: Costanzo (possibili destinazioni Acireale e Chieti), Assennato (interessamento di Benevento e Chieti), Del Core (richiesto da Rimini, Catanzaro e Bari) e Pellicori (da considerare già out, c´è solo da confermare la destinazione tra Benevento e Sora). Poi c´è il caso De Zerbi, con il contratto in scadenza a giugno ed entrato in rotta di collisione con Trinastich alcune settimane fa. La società ed il giocatore si incontreranno nelle prossime ore per decidere la strategia futura. Le condizioni fisiche del forte fantasista bresciano non gli consentono di avere molto mercato (anche se in prospettiva futura c´è l´interessamento di Ascoli, Avellino, Empoli e Piacenza), tuttavia le parti decideranno insieme se divorziare subito, convivere fino a giugno o “risposarsi” firmando un nuovo contratto. Dando uno sguardo ai possibili acquisti, come al solito, c´è da registrare una “pioggia” di nomi che si accostano al club foggiano. Il nome più ricorrente è quello di Pagana, fantasista del Paternò e vecchia conoscenza di Marino. La società siciliana sta smobilitando e cede i suoi ragazzi al miglior offerente. Pagana, sul quale ci sono anche l´Acireale e la Viterbese, pare propendere per Foggia. Da Paternò potrebbe arrivare un altro vecchio pallino di Marino, quel Calà Campana già rincorso altre volte. Sempre dal club siciliano sarebbe potuto arrivare il giovane attaccante Ascenzi, ma in questo caso il Foggia si è mosso in ritardo e l´affare è stato concluso dalla Sambenedettese. Sul fronte attaccanti si punta anche su Succi, un altro giocatore (dell´orbita Chievo) già rincorso in passato da Sergio e che attualmente gioca nel Como ed è oggetto dei desideri di Reggiana e Padova. Per il reparto avanzato c´è anche un´ipotesi suggestiva, ma probabilmente difficile da realizzare e che si muove sull´asse Foggia-Bari. Se è vero l´interesse del club biancorosso per Umberto Del Core(nella foto), il team foggiano chiederebbe in cambio Simone Motta, bomber del Teramo lo scorso campionato con 23 reti e che in terra barese non si sta esprimendo ad alti livelli. In ogni caso, il reparto avanzato sarà sicuramente il più sconvolto dopo il calciomercato, perchè al momento ha due sole certezze rappresentate da Greco e Da Silva e di conseguenza avrà bisogno di almeno altri tre puntelli. Da qui alla fine delle trattative sentiremo e proporremo ancora tanti nomi….è la legge del mercato!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui