Il Manfredonia mantiene il primato

0
32 views

MORRO D’ORO – MANFREDONIA: 1-1 (0-1)
MANFREDONIA: Sassanelli; Calabro, Terracciano; Trinchera, Togni (25° st. De Giosa), Turone; Brutto, De Santis, Mitri (12° st. Manca), Vadacca (40° st. Martinelli), Piccioni. All. Bitetto. A disposizione: Apuzzo, Commisso, Romito, Cancellato.
MORRO D’ORO: Argentati, Pellanera, Fermani, Santinelli, Pruzzi, Bucciarelli, Izzo (20° st. Ausiello), Catelli, Sergi, Santoni Ma. (13° st. Ludovisi), Rulli (1° st. Maffei). All. Amaolo. Sbaraglia, Santoni Mi., Francia, Martelli.
ARBITRO: Zanchin di Biella.
RETI: Nel pt. all’ 8° Vadacca, al 14° Catelli rig.
NOTE: Spettatori 700 ca. di cui 300 provenienti da Manfredonia. Angolo 3 a 5 per il Morro d’Oro. Recuperi, 3’ nel pt. e 5’ nel st. Ammonito, Piccioni, Izzo, Catelli; espulso De Giosa.

Il Manfredonia frena la sua marcia a Morro d’Oro. Una partita non difficile ma che lascia l’amaro in bocca per come è maturato il pareggio. I sipontini appresa la lezione in terra d’Abruzzo, dovranno cercare di affrontare i prossimi avversari con maggiore umiltà, ed anche con la consapevolezza di essere i più forti. La gara offre spunti interessanti; sono i biancoazzurri ad andare per primi in vantaggio. Dalla destra Brutto mette nel mezzo la sfera va a Vadacca che la infila alle spalle del portiere Argentati. I Morro non sta a guardare, sia con Santoni e poi con un bel colpo di testa di Sergi mettono in difficoltà gli uomini di Bitetto. Il pari arriva nel secondo tempo. Catelli segna un rigore concesso un po’ frettolosamente dall’arbitro per un fallo di Terracciano su Ludovisi. Raggiunto il pari, gli abruzzesi attaccano anche perché il Manfredonia dovrà fare a meno di De Giosa espulso per doppia ammonizioni. A fine tempo gli uomini di Amaolo protestano ancora per un calcio di rigore, ma il pari ormai è cosa fatta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui