Il Foggia s´impone nel derby: 1-3 il risultato.

0
17 views

I rossoneri per l´ennesima volta si fanno valere in trasferta e conquistano tre punti indispensabili per il discorso salvezza, che a questo sembrerebbe ormai chiuso. A farne le spese è il Taranto che è riuscito a tener testa al Foggia solo per un tempo. Pasquale Marino opta alla squalifica di De Zerbi con l´innesto di Da Silva, mentre sul fronte sinistro d´attacco torna Del Core, al rientro dopo il turno di squalifica. Passano quatro minuti di gioco e i rossoneri si portano in vantaggio: Brutto conquista palla a metà campo, serve Imbriani che a sua volta si libera di due avverari e serve l´accorrente Del Core (nella foto) che, insacca nell´angolino basso alla sinistra di Di Bitonto. Dopo sette minuti il Foggia si rende nuovamente pericoloso, Del Core se ne va sulla sinistra, mette al centro per Da Silva che da buona posizione calcia abbondantemente alto. Il Taranto si affaccia dalle parti di Rossi al 12´ con Croce ma il suo tiro termina alto sulla traversa. Al 16´ pericolosissimi igli ionici con Abate che, a tu per tu con Rossi, impegna severamente l´estremo foggiano autore di un autentico “miracolo”. Col correre dei minuti la pressione del Taranto si fa sempre più insistente ed al 19´ i padroni di casa guadagnano un calcio di rigore per atterramento di Croce. Dal dischetto si presenta il bomber Triuzzi che incredibilmente spara alto. Passano cinque minuti di gioco e per l´arbitro Gigliotti di Siena è ancora calcio di rigore a favore dei rossoblù. Questa volta è l´attaccante Abate che viene steso in area da Rossi, il quale non viene neanche ammonito. Dagli undici metri Panarelli trasforma e pareggia i conti. Alla mezz´ora si rivedono i dauni con Da Silva che entra in area ma viene anticipato, da Di Bitonto, prima di battere a rete. Al 34´ brivido per il Foggia che rischia l´autogol con Chiecchi, intenzionato ad anticipare l´intervento di un avversario. Al 38´ occasionissima in contropiede per il Taranto: Abate guadagna il limite dell´area e serve Triuzzi che indisturbato manda di pochissimo a lato. Gol sbagliato, gol subito e così, Faieta al 44´ raccoglie una corta respinta e dal limite dell´area tarantina lascia partire un bolide che s´infila tra il palo e l´incolpevole Di Bitonto. Nella ripresa i primi a rendersi pericolosi sono i padroni di casa con l´autore del gol Panarelli che, dalla distanza, fa volare Rossi che alza sulla traversa. Il Foggia risponde dopo tre minuti, cross di Brutto dalla destra per la testa di Del Core che costringe il portiere rossoblù a rifugiarsi in angolo. Al 57´ grande occasione per il Foggia, ancora un cross di Brutto per Da Silva che, a pochi passi dalla linea di porta manca l´aggancio vincente. Occasione che non sfuma invece al 75´, cross dalla sinistra di Faieta che serve in area Da Silva il quale questa volta si fa trovare pronto all´appuntamento con il gol del 1-3. Non accade più nulla sino al triplice fischio, gli uomini di Marino conquistano così il derby pugliese, festeggiato al termine della gara dai circa 300 supportes rossoneri giunti allo “Jacovone”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui