Il Foggia cala il poker contro la Cremonese allo Zini

0
42 views

Il Foggia cala il poker allo “Zini” contro la Cremonese e conquista tre punti importantissimi per la classifica e che rendono sempre pi� vicino l´obiettivo primario della salvezza.

Tesser opta per un 4-3-1-2 con Ujkani in porta; Cinaglia e Renzetti terzini con Canini e Marconi coppia centrale in difesa; in mediana Pesce funge da playmaker con Arini e Cavion ai suoi lati; Perrulli si muove da trequartista alle spalle della coppia offensiva formata da Gomez e Scappini.
Stroppa conferma il 3-5-2 con Guarna tra i pali; difesa con Calabresi, Camporese e Loiacono; a centrocampo gli esterni sono Zambelli e Kragl, con il mediano Greco supportato dagli interni Agnelli ed Agazzi; in attacco spazio al consueto duo formato da Mazzeo e Nicastro.

Agnelli al 7´ calcia alto mentre al 10´ la punizione rasoterra di Kragl viene respinta dai difensori locali.
Marconi – partito in fuorigioco – mette fuori di testa sulla punizione battuta da Perrulli al 20´.
La partita va avanti con le due squadre che si affrontano a viso aperto ma senza riuscirsi a pungere fino al 32´, quando il Foggia insacca il vantaggio: Zambelli crossa dalla destra, Agazzi prolunga servendo Nicastro, il centravanti � abile a controllare e servire Kragl che con un diagonale mancino rasoterra batte Ujkani.
La Cremonese subisce il colpo ed incassa anche la seconda rete al 34´: questa volta � Kragl a lasciar partire un cross dalla sinistra, con Zambelli che fa da torre per Mazzeo che, appostato all´interno dell´area piccola, insacca il tap-in con il mancino.
La reazione della formazione di Tesser sta nel debole colpo di testa di Gomez al 38´ su cross di Renzetti ed il palo di Arini al 42´ dopo la sponda di Scappini sul lancio dalla trequarti di Perrulli, con le due azioni intervallate dal tiro alto di Loiacono al 39´ e quello debole di Agazzi e parato da Ujkani al 42´.
Il Foggia, scampato il pericolo del palo, batte nuovamente Ujkan al 43´, portandosi a 3 reti di vantaggio: cross di Mazzeo, il portiere kosovaro riesce a respingere di istinto sul tentativo in spaccata di Agnelli ma nulla pu� sulla zuccata di Nicastro.

Ad inizio ripresa Tesser prova a cambiare qualcosa inserendo Piccolo al posto di Perrulli, ma � sempre il Foggia a tenere il controllo della partita ed accelerare a suo piacimento, ed al 57´ Greco non riesce ad insaccare il cross di Mazzeo calciando a lato con il mancino da posizione defilata dopo un errato intervento in uscita alta di Ujkani.
Il tecnico dei lombardi inserisce anche Camara al posto di Gomez, ma al 61´ vede la sua squadra incassare nuovamnte gol: sul cross dalla sinistra di Nicastro, Renzetti si dimentica Zambelli posizionato sul secondo palo che con un tiro al volo di piatto destro batte un incolpevole Ujkani.
Stroppa decide quindi di far esordire Ram� al 68´, inserendolo al posto di Greco, mentre 120 secondi pi� tardi Piccolo cerca un lob che va a morire alto sulla traversa.
Poco dopo Guarna, con un uscita bassa, dice no a Scappini, mentre al 74´ Scamacca, appena subentrato proprio a Scappini, non riesce a trovare il colpo risolutore.
Il tecnico dei foggiani sostituisce Nicastro con Scaglia, con Camara che al 76´ calcia sul fondo in acrobazia, cos� come stessa sorte ha il tiro di Scamacca.
Al 77´ pesante cartellino giallo per Agnelli che, diffidato, salter� Foggia-Ascoli di venerd� sera, e viene poi sostituito all´81´ da Beretta.
Debole il colpo di testa di Mazzeo sul cross di Kragl, che all´83´ si mette in proprio con il suo tiro che termina debolmente tra le braccia del portiere dopo la deviazione di un difensore.
Dopo l´ammonizione di Camporese all´84´, Renzetti calcia altissimo all´85´, mentre due minuti pi� tardi Guarna, dopo aver regalato palla agli avversari con un errato rinvio, si oppone al tiro di Arini tuffandosi sulla sua destra.
Prima del triplice fischio c´� tempo per la respinta di Ujkani all´88´ sul tiro al volo di Scaglia, servito da un cross dalla destra di Zambelli, con Beretta che non riesce poi a coordinarsi per il tap-in vincente, e per l´ammonizione di Cavion al 92´ per simulazione.

La Cremonese non riesce a porre fine alla sua serie negativa: sono ora dodici le partite senza vittorie, con la sesta sconfitta del periodo, la terza consecutiva.
Il Foggia ritrova la vittoria in trasferta dopo le sconfitte subite a Perugia e Parma.

Tabellino

Cremonese-Foggia 0-4
32´ Kragl (Fog), 34´ Mazzeo (Fog), 43´ Nicastro (Fog), 61´ Zambelli (Fog)

Cremonese (4-3-1-2): Ujkani; Cinaglia, Canini, Marconi, Renzetti; Arini, Pesce, Cavion; Perrulli (46´ Piccolo); Gomez (61´ Camara), Scappini (74´ Scamacca)
A disposizione: Ravaglia, DᄡAvino, Sbrissa, Croce, Macek, Cinelli, Garcia
Allenatore: Sig. Attilio Tesser

Foggia (3-5-2): Guarna; Calabresi, Camporese, Loiacono; Zambelli, Agnelli (81´ Beretta), Greco (68´ Ram�), Agazzi, Kragl; Nicastro (75´ Scaglia), Mazzeo
A disposizione: Noppert, Fedato, Duhamel, Martinelli, Deli, Rubin, Gerbo, Floriano
Allenatore: Sig. Giovanni Stroppa

Arbitro: Sig. Antonio Giua di Olbia
1ᄡ Assistente: Sig. Davide Imperiale di Genova
2ᄡ Assistente: Sig. Pasquale Cangiano di Napoli
Quarto Uomo: Sig. Andrea Capone di Palermo

Ammoniti: 77´ Agnelli (Fog), 84´ Camporese (Fog), 92´ Cavion (Cre)
Espulsi: /

foto: legab

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui