Gentile: “Siamo stati molli e superficiali. Dobbiamo essere più responsabili”

0
59 views

Le parole di Gentile in conferenza stampa:

“La responsabilità è di tutti. Dopo il gol ci sono state un po’ di giocate superficiali e siamo stati molli in alcune situazioni. Facendo fallo probabilmente avremmo potuto evitare le ripartenze, ma dovremo essere tutti più responsabili.

Non parlo dei singoli e difendo i miei compagni, ma per vincere i campionati si vince di gruppo e non solo gli 11 che vanno in campo. C’è tanto da lavorare e c’è anche rammarico, dopo un buon primo tempo.

La nostra mentalità ed il nostro DNA è quello di aggredire e tenere la squadra corta. Ci sono state situazioni in cui potevamo fare molto meglio od essere un po’ più cattivi. Non possiamo snaturarci rispetto a quello che siamo. Nel momento in cui fai gol devi continuare a martellare per non permettere agli avversari di prendere il sopravvento. Non si ha in mano la partita fino a che non finisce o sei sul 4-0.

Andare a prendere il pareggio in 10 è una cosa importante. È il mio sesto gol ma preferivo avere i 3 punti invece che segnare. Pareggiare era il minimo sindacale. Dobbiamo responsabilizzarci e capire che nessuno ci regala niente.

Il risultato credo che purtroppo sia giusto e che vada rispettato il verdetto del campo. Potevamo chiedere di più a noi stessi e tra compagni alle volte farsi muso duro sia una cosa positiva. Non basta fare solo il compitino, ma bisogna mettere di più faccia e gamba, tirando fuori tutto quello che si ha dentro. Il Fasano dopo il primo tempo mi sembrava avesse paura di noi, ma gliela abbiamo fatta riaprire.

Loro sono la nostra bestia nera e ci mettono sempre in difficoltà. Le altre volte erano stati più bravi di noi, mentre questa volta è demerito nostro.

Il 2020 non è iniziato bene per noi. In molti abbiamo avuto un virus intestinale, ed io ho avuto anche un problema di congiuntivite.

Sappiamo che gli altri corrono forte, ma la concentrazione deve essere sempre su noi stessi e non dobbiamo fare calcoli. Il campo ti dice che devi fare questo, perché solo da solo ti tiri fuori dai problemi o ti ci metti dentro. Il campionato si vince sugli altri ma è importante in primis la nostra crescita e l’autocritica. Dobbiamo dare di più e lavorare duro, senza alzare la testa.

Contro l’Agropoli sarà una partita difficile. In casa l’abbiamo messa sotto, ma sicuramente vorranno dare il massimo. Qui non ci regala niente nessuno e se hanno la possibilità di batterci non ci pensano due volte.

I campionati si vincono dalla difesa e prendere due gol oggi non ci stava. Io sono il primo responsabile anche perché ho giocato dietro ed è un grande rammarico. La colpa non è solo della difesa se si prende gol o degli attaccanti se non si fanno. Dobbiamo sentirci tutti responsabili perché si vince, pareggia e perde tutti quanti insieme. Dobbiamo lavorare meglio in determinate situazioni perché dovevamo portare a casa questa partita“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui