Foggia-Brindisi, le interviste del dopogara

0
149 views

Al termine della gara vinta per uno a zero dal Foggia allo Zaccheria ai danni del Brindisi, queste le parole dei protagonisti ai microfoni della stampa.

Presidente Felleca: “Sicuramente oggi abbiamo avuto l’occasione per chiudere la partita, ma l’abbiamo sprecata. Da questo mercato di gennaio abbiamo di nuovo un limite davanti nonostante gli acquisti. Vedendo l’altra parte della medaglia oggi abbiamo gli stessi punti del girone di andata ed il Bitonto ha perso. Questo è un campionato difficile dove si vincono le partite così, non stiamo riuscendo a vincere 3 a 0 ma continuiamo a giocarci il campionato. Oggi l’arbitro ha condotto una buona gara, forse ha fatto correre un po’ troppo nel primo quarto d’ora, ma è sicuramente uno dei migliori visti quest’anno al di là dei rigori. Quando si arriva a disputare queste partite fondamentali, purtroppo l’aspetto psicologico va a peggiorare per il bisogno di vincere a tutti i costi contro una squadra che non ci ha concesso nulla… siamo riusciti a dare il ritmo solo a sprazzi in campo soli e senza i nostri tifosi, abbiamo portato a casa il risultato con fatica, questi campionati sono brutti difficili ed ingiocabili… quello che noi facciamo in campo è lo specchio della categoria in cui siamo. All’andata abbiamo fatto due pareggi dopo le vittorie con Cerignola e Taranto, siccome abbiamo perso i punti quando li ha persi pure il Bitonto nessuno si è lamentato. Adesso ci troviamo ad affrontare una squadra che ha 53 punti e sono convinto che anche il Cerignola arriverà fino alla fine per giocarsela, dal punto di vista qualitativo ci è anche superiore… bisogna essere realisti ed invece di concentrarci sull’aspetto del gioco dovremmo pensare di essere secondi con un Bitonto straordinario. Stiamo facendo il lavoro che ci compete fare in questa categoria con tutte le problematiche che abbiamo avuto all’inizio. A gennaio riamalgamare il gruppo con i tanti innesti non è stato semplice, ma ci siamo rimboccati le maniche e siamo andati avanti. Per perdere 7-0 in queste categorie devi giocare con la formazione juniores o è successo qualcosa al Casarano, la prossima settimano troveremo una squadra molto affamata, ma noi dobbiamo vincere perchè adesso dipende tutto da noi. Io credo che contro il Foggia, per rispetto del Foggia debba esserci sempre grande impegno da parte degli avversari, ma peggio per loro noi giocheremo ancora con più intensità… noi siamo convinti dei nostri mezzi ed andremo oltre ogni avversario. Abbiamo fatto un passo indietro nel gioco, ma durante gli allenamenti si tenta di giocare a pallone… anche il Brindisi non fa chissà quale gioco, mentre contro il Cerignola abbiamo giocato meglio perchè anche loro fanno un buon calcio. Se il Cerignola avesse giocato meno bene quest’anno secondo me avrebbero ammazzato il campionato. Il calcio insegna che chi vince gli scontri diretti vince il campionato, non chi vince con le piccole. Anche a me dispiace non vedere tanti tiri in porta, segnando oggi il secondo rigore avremmo avuto più occasioni per un risultato più rotondo, dobbiamo imparare a chiudere le partite… nel girone d’andata non abbiamo mai avuto occasioni per chiudere le partite mentre nelle ultime giornate stanno arrivando, impareremo a sfruttarle

Mister Ciullo: “E’ stata una partita da giocare contro la seconda forza del campionato e serviva una partita perfetta, è stato un peccato non gestire bene la palla in certi frangenti come nel caso dell’episodio del primo rigore. Molto bravo Pizzolato che è riustito a parare, poi successivamente abbiamo avuto un occasione dove è stato bravo Fumagalli a parare il tiro di Merito… con le nostre forze abbiamo fatto la prima gara. Sono scontento dell’arbitraggio perchè abbiamo subito troppe ammonizioni nel primo tempo, ci sono stati due pesi e due misure ma usciamo dal campo a testa alta perchè abbiamo giocato quasi alla pari contro una grande squadra. Noi cerchiamo di lavorare in settimana per presentarci la domenica e fare la nostra gara, obiettivamente abbiamo una rosa striminzita… se oggi il Foggia sostituisce El Ouazni con Tedesco, io devo accontentarmi di 99 o 2000 alle prime esperienze. Ringrazio i ragazzi perchè stanno dando tutto e stanno giocando al massimo per ciò che stanno facendo. Sono molto rammaricato, perchè vedere lo stadio vuoto è una sconfitta per tutti a me personalmente mi galvanizza. Giocare qui contro il Foggia è sempre un piacere

Pizzolato: “Tutta la squadra ha fatto un ottima prova, poi la gara è stata caratterizzata dagli episodi che il Foggia è stato bravo a sfruttare. Gli stessi falli a parti invertite non sono stati sanzionati. Nel primo rigore Gentile è stato bravo ad aspettare fino alla fine e batterlo centrale, nel secondo caso ha deciso di aprire la conclusione e sono riuscito a parare.

Mister Cau: “Non era facile la partita di oggi a livello mentale, giocare senza tifosi è stato surreale… il Brindisi si è chiuso e non riuscivamo a fare goal, piano piano con un solo goal il risultato l’abbiamo portato a casa, fino alla fine firmerei per riuscire sempre così. Dobbiamo pensare solo ed esclusivamente a noi, perchè mancano tante partite e la prossima gara è difficilissima… noi lavoriamo davvero tanto e spero che il sacrificio ci porterà ai risultati. Oggi l’importante era vincere, abbiamo avuto la voglia di portare a casa la partita ed i rigori erano netti. Chi conosce Ninni Corda sa che non guarda mai nè il nome nè il passato del giocatore, chi si impegna in settimana gioca e chi gioca è in grado di fornire una buona prestazione. Mi preoccuperei se Bruno non si arrabbiasse, se non lo facesse mi preoccuperei vuol dire che ci tiene. Allegretti è in ritardo a causa di un problema al ginocchio, ma è a buon punto. A volte c’è troppa tensione e la calma è la virtù dei forte, anche io esagero, chiunque di noi vorrebbe essere in campo. Il Sorrento è una grande squadra, perchè se fai 2 goal subito poi ne puoi fare tanti in successione… il Casarano avrà il dente avvelenato con noi domenica prossima.

Tedesco: “E’ una domenica importante, non ci interessa cosa fanno le altre, dobbiamo pensare a vincere tutte le partite e poi tireremo le somme. Come ben sappiamo tutte le partite in D sono difficilissime, questa categoria è fatta di cattiveria agonistica. 4 giornate di squalifica per me sono state troppe, ho sofferto ed ho lavorato, finalmente è arrivata l’occasione di mettermi in mostra. Da adesso sono 10 giornate importanti e difficili sia per noi che per il Bitonto… personalmente farò di tutto per onorare questa maglia storica, poi per conto della squadra ci impegneremo a vincerle tutte. Qui mi sono ambientato bene ed abbiamo una mentalità vincente grazie al mister e agli uomini della squadra con più esperienza… sappiamo che è un girone difficile ma con il lavoro arriveranno i risultati. Dopo la partita che ho fatto qui con l’Altamura mi ha chiamato il mister Corda, per me è stato un’opportunità importantissima, che può cambiare la carriera a livello professionale. Se vogliamo vincere in attacco è giusto che ci sia concorrenza a me personalmente è sempre andata così, non sono mai stato una prima scelta. Mi avrebbe fatto piacere battere il rigore, però alla fine il rigorista è Gentile ed è stato giusto che battesse lui. Tortori a Casarano sarà diffidato, sono a disposizione del mister e sono a sua completa disposizione… se sceglierà di mandarmi in campo darò il massimo. Il mister mi ha chiesto di essere deciso, far salire la squadra e mantenere il risultato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui