Finalmente i tre punti allo Zaccheria

0
6

Ci volevano proprio i tre punti conquistati dal Foggia oggi davanti al suo pubblico; il 2-1 alla Fermana, con qualche sofferenza di troppo nel finale. Marino schiera Del Core (rientrato da poco da Milano dove c´è stato il nulla di fatto nella trattativa che avrebbe dovuto portarlo a Rimini) oltreai nuovi Faieta, Ennynaya (e La Rosa che subentrerà nel finale)Al “pronti-via” rossoneri già in vantaggio con Umberto Del Core che dopo tre soli minuti è lesto a risolvere scaraventando in rete una mischia furibonda in area piccola. Il Foggia sblocca subito la gara e nei minuti seguenti amministra senza correre alcun rischio. Anzi, al 20´ va vicino al raddoppio con un forte sinistro scoccato da Silvestri respinto da Chiodini; ne nasce una mischia, ma Ennynaya prima e Del Core dopo non riescono ad avere la meglio. E la Fermana? I marchigiani rispondono timidamente con due occasioni: fra il 21´ e il 24´ prima Monti con un´azione personale poi Perra con un tiro al volo su corta respinta di Chiecchi portano i primi pericoli alla porta di Francesco Rossi. Ci prova anche il gialloblù Ceccobelli ma il suo tentativo dai trenta metri risulta forte ma centrale. Due minuti più tardi il Foggia mette una seria ipoteca sulla gara; quando Silvestri scende sulla sinistra e gira al centro dell´area, all´altezza del dischetto si fa trovare pronto Hugo Ennynaya che bagna con un gol il suo esordio in maglia rossonera. 2-0, risultato col quale si va al riposo. Foggia-Fermana non sarà sicuramente ricordata come una delle partite più vivaci e spettacolari della stagione. Anche nella ripresa, infatti, le arrivano col contagocce; come è lecito attendersi è la Fermana a crearne il maggior numero. Al 15´ Monti a tu per tu con Rossi (anche se in posizione defilata) perde l´attimo buono per servire a centroarea qualche compagno smarcato, poi ancora il destro di Ceccobelli da ragguardevole distanza impensierisce Rossi. L´estremo rossoneroè bravo a bloccare in due tempi anche sul tentativo di Di Deo. Nel Foggia nel frattempo sono entrati La Rosa (anch´egli all´esordio), Assennato e Catalano, mentrefra gli altri nella Fermana è entrato Zaminga. Ed è proprio quest´ultimo a compiere un gesto atletico spettacolare. La sua rovesciata da posizione defilata è molto più che apprezzabile; Rossi può solamente guardare il pallone spegnersi nell´angolo piùlontano. Da elogiare anche il comportamento sportivissimo di tutto lo Zaccheria che applaude all´unisono il gol di Zaminga. A questo punto il Foggia si perde ed entra in paura. Mancano dieci minuti, tempo nel quale la Fermana ce la mette tutta per trovare il pari. Ma s´arrende quando a due minuti dal termine del recupero Di Leo manda a lato il suo diagonale. Finisce 2-1, il Foggia ritrova i tre punti davanti al suo pubblico, anche se forse, chissà era lecito aspettarsi qualcosina di più…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui