Ecco le parole in conferenza stampa di: Bucchi; Kragl; Iemmello e Padalino nel post partita

0
16

Al termine di Foggia-Benevento, si sono presentati nella sala Fesce del Pino Zaccheria: Bucchi; Padalino; Kragl e Iemmello, hanno dichiarato:

Bucchi: “C�� rammarico perch� 11 contro 11 abbiamo fatto meglio, abbiamo commesso un errore sull�occasione di Chiaretti. Avevamo trovato il modo giusto di interpretare la partita, abbiamo fatto la cosa pi� difficile, sbloccarla. Sbloccato il risultato dovevamo chiuderla, trovare ripartenze e gli spazi per l�occasione del 2 a 0, poi � arrivato questo goal che � partito da un fallo laterale vicino alla nostra panchina. Bisogna fare i complimenti a Kragl, solo cos� potevamo prender goal, su calcio piazzato. Dobbiamo voltare subito pagina perch� tra poco si rigioca.
Come tutte le squadre ci sono qualit� e difetti, noi in questo momento abbiamo problemi nella finalizzazione, ci manca il guizzo. Ho messo un altro attaccante per riempire l�area di rigore, quando troviamo squadre che ci aspettano abbiamo difficolt�, ci hanno lasciato il palleggio, dovevamo essere pi� precisi. Il dettaglio muove tutto: la vittoria e la classifica e dobbiamo curarlo.
Per quanto riguarda gli episodi a me non sembrava rigore, Improta � arrivato a prendere la palla ed � andato a contatto con l�avversario, poi non so se ci fosse l�espulsione. Anche il presunto fallo di mano non sono riuscito a vederlo. Per quanto riguarda le palle goal, forse non sono state nitide, ma ci sono state: due pali; il tiro di Insigne ed altre occasioni. Ora le partite sono sempre pi� combattute con meno occasioni, bisogna saper utilizzare al massimo ogni occasione come l�errore del Foggia, cos� come i rossoneri hanno approfittato dei nostri. Antei e Volta non erano al 100%.
Dietro credo che tranne l�errore tra Caldirola e Improta sull�occasione di Chiaretti abbiam fatto bene, al di l� di preventive non fatte benissimo.

Padalino: “Oggi c�� stata mentalit� e sacrificio, siamo proiettati ad Ascoli e Cosenza. La mentalit� � stata giusta contro una grande, ma non dobbiamo essere cos� solo contro le grandi squadre, tra l�altro giocando 60 minuti in 10. Non possiamo non parlare dei rigori che secondo me potevano esserci entrambi, devo rimarcarlo, non siamo soddisfatti. L�arbitro secondo me � stato corretto solo in parte. Oggi avremmo meritato la vittoria sia per lo spirito dei titolari sia per quello delle riserve per la partecipazione morale durante la gara. E� tutto ancora aperto per ristabilire la nostra posizione in classifica.
L�espulsione di Gerbo pesa perch� � stata una partita dispendiosa fisicamente, abbiamo giocato in 10 per 60 minuti ed incide anche dal punto di vista mentale, paradossalmente abbiamo fatto meglio con un uomo in meno. Le occasioni nel complesso credo siano state di pi� a nostro favore, dobbiamo concedere poco all�avversario e nelle nostre poche occasioni dobbiamo avere la forza di chiudere le gare. Noi siamo in una condizione non ottimale per avere il palleggio e la capacit� di gestire gli attacchi avversari, sono quelle caratteristiche che adesso appartengono a squadre pi� in alto in classifica rispetto a noi. Nel complesso dobbiamo ritenerci soddisfatti, tranne per il risultato. Stiamo diventando assist-man degli avversari, spero che questa sia l�ultima volta.
Ci manca la vittoria. Se non avessimo le possibilit� di andare al goal sarebbe una situazione preoccupante, � vero anche che non c�� serenit� per stare liberi mentalmente sulla finalizzazione. Continuer� ad essere un campionato di sofferenza, non arriveremo all�obiettivo con leggerezza e superficialit�. Sotto di noi hanno vinto tutte tranne il Padova e il Crotone, � questo il nostro campionato, se lo spirito � quello di oggi possiamo farcela. Non mi sento di colpevolizzare nessuno… neanche Ingrosso perch� oggi i ragazzi hanno dato tutto ci� che potevano. Sono fiducioso che arriver� il salto di qualit�.

Kragl: “Sono volato sullᄡesultanza per mezzo di Billong. Con un uomo in meno abbiamo preso un punto importante.
Per me � stata una prestazione importante contro una squadra che lotta per andare in A, tutti insieme abbiam fatto una bella partita. Dobbiamo vincere, oggi con un po� di fortuna potevi sia vincerla che perderla, alla fine va bene cos�, bisogna prendere il positivo perch� � una questione mentale in vista dell´Ascoli.
Il mio primo pensiero sulla punizione era fare il passaggio a Busellato, ma lui mi ha segnalato che non voleva la palla ed ho tirato verso la porta.
Tutti abbiamo i nostri pensieri nella testa, ma il mister ci aveva detto che avevamo ancora il secondo tempo per vincere la partita.
Non so se ci saranno cambi nelle prossime gare, dipende dal mister, chi gioca far� del suo meglio.
Io ho visto il video dopo la partita, per me entrambi gli episodi erano rigori, per quanto riguarda Gerbo lᄡarbitro ha deciso di dare il rosso e non possiamo soffermarci troppo su queste cose.

Iemmello: “Oggi tutta la squadra ha dato il 100%, abbiamo giocato un tempo in 10 e c�� stata una grande risposta da parte nostra, continuando cos� ci salveremo.
Per me questa non � una mezza vittoria, il Benevento ha segnato su un nostro errore, dove ad inizio azione l´arbitro non ha fischiato un fallo su di me, oggi il direttore di gara ha avuto dei pregiudizi, almeno uno dei due rigori c�era. Il Foggia oggi poteva vincerla anche in 10 contro la 3a in classifica. Bisogna e dobbiamo vincere al pi� presto.
Il recupero deve essere maggiormente mentale oltre che fisico, Ascoli � fondamentale, loro hanno vinto, andiamo li consapevoli di ci� che di buono stiamo facendo…dobbiamo centrare le vittorie, sperando che qualcosa ci giri bene.
L�atteggiamento di ognuno di noi � importante per trascinare qualsiasi compagno, io ho fatto solamente il mio e potevo fare di pi�. Per come si era messa la partita � un punto guadagnato considerando soprattutto che eravamo in 10 uomini.

Foto: Antonello Forcelli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui