E´ partita la programmazione della nuova società

0
38 views

La nuova stagione ed il nuovo corso rossonero stanno per cominciare. Iniziano a delinearsi i programmi della nuova società. L´Avv. Finiguerra, la D.ssa Nuzziello e gli altri dirigenti sono alle prese con gli adempimenti amministrativi e con le procedure necessarie a garantire la regolare iscrizione al campionato. Il gruppo di imprenditori agli inizi della prossima settimana ricomincerà a lavorare per formare il C.d.A. ed assegnare gli incarichi per i vertici societari. Peppino Pavone invece ha già cominciato a tracciare il percorso tecnico ed organizzativo che riguarda la sfera agonistica del Foggia. La scelta dell´allenatore è ricaduta su Massimo Morgia, un tecnico stimato ed in grado di garantire continuità al buon lavoro svolto nella stagione travagliata appena conclusa. Un trainer che è gradito alla tifoseria, che conosce l´ambiente e che parte dal vantaggio di aver già lavorato con quello che costituirà il gruppo base della squadra. Sul fronte giocatori, infatti, c´è l´intenzione di ripartire con gli elementi ancora contrattualizzati con il club rossonero. Pavone cercherà di “scremare” l´organico attuale (anche dal punto di vista degli ingaggi), integrerà la rosa con gli elementi più promettenti della squadra Berretti e poi cercherà di attingere dal mercato per puntellare la squadra e renderla più competitiva. Non c´è da escludere la conferma di quei giocatori (Cellini, Nardini, Moro e Marruocco) che Coccimiglio ha chiesto di portare con se, soprattutto se gli stessi esprimessero la volontà di restare in maglia rossonera. Così come non è da escludere il “ripescaggio” di Mounard, il quale ha più volte rimarcato la possibilità di restare a Foggia con una dirigenza nuova. Il tutto, naturalmente, con una attenzione particolare al tetto ingaggi, che seguendo le strategie di Pavone, devono restare dentro determinati badget. Da questo punto di vista, nei prossimi giorni, il D.G. foggiano dovrà mettersi al lavoro per incontrare i giocatori con gli ingaggi più onerosi, nel tentativo di poterli ridimensionare. Prefissato un certo “tetto”, tutto ciò che riuscirà a risparmiare sarà impiegato per ingaggiare nuovi calciatori. Già scelta la sede del ritiro, il quale si effettuerà a Valdaora (nella foto), località vicina a Brunico, in una zona (non distante da Campo Tures) molto cara ai colori rossoneri nel ricordo del periodo d´oro di Zemanlandia. Peppino Pavone vorrebbe anticipare la data del ritiro precampionato (considerata l´inattività dei calciatori dalla metà di maggio) e nei prossimi giorni con Morgia stilerà il programma definitivo. Il nuovo Direttore rossonero sta anche lavorando sulla riorganizzazione tecnica della società (settore giovanile, strutture per gli allenamenti e materiale sportivo) e su tutti i dettagli programmatici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui