Dino Pagliari: “Non sono preoccupato”

0
12 views

Luned� sera, nel posticipo di Foggia, mancher� tutta la catena di sinistra. Ovvero quella composta da Favasuli e Benedetti, che rimarranno a Pisa per curare i rispettivi infortuni, ma Dino Pagliari non � troppo preoccupato n� per queste assenze molto pesanti, se si va a vedere il rendimento dei due nel girone di andata, n� per il momento non troppo positivo che sta attraversando la squadra. �Non sono preoccupato per quello – dice -. Stiamo valutando cosa non � andato e cosa invece � andato in queste ultime partite per ripartire senza commettere gli stessi errori. In questa settimana ci siamo allenati molto e bene, con voglia e determinazione, consci del fatto che quello del lavoro � l�unico modo per superare questo momento. Domenica scorsa ad Avellino non meritavamo di perdere viste tutte le occasioni da gol avute, ma in questo momento gira male e dobbiamo fare di tutto affinch� le cose cambino�.

Infatti, dopo le due sconfitte di inizio 2012, sembra che qualcosa non giri pi� come prima: �Purtroppo quello di gennaio � un periodo di sballottamenti, con in mezzo una campagna trasferimenti che, seppur di sponda, interessa anche i ragazzotti�. Magari anche la giovane et� pu� influire su questo? �Certo, l�esperienza pu� far assorbire queste cose con maggior facilit�, ma ci stiamo comunque rimettendo in sesto ed i ragazzi lavorano bene in settimana�. Mister, cosa si aspetta quindi in questi ultimi dieci giorni di mercato? �Con la societ� abbiamo le idee chiare sul come muoverci e vogliamo farlo senza pressioni o assilli particolari. Non cambiamo obiettivi giornalmente, ma andiamo diritti per la strada tracciata�.

Luned� sera il Pisa si trover� di fronte un Foggia reduce da tre vittorie nelle ultime quattro giornate e infatti sta attraversando un periodo di forma ottimo. �Non � importante – dice Pagliari – l�avversario che ci troveremo di fronte, ma � importante come lo affronteremo. Pi� � forte la squadra che abbiamo di fronte, maggiore sar� l�attenzione dei ragazzotti, quindi non sono preoccupato da questo punto di vista. Il Foggia � una squadra in buona condizione e con ottime individuait�, ma, come ho detto, ci siamo allenati con cuore e testa e possiamo fare bene�.

Carparelli. Magari proprio in questa gara si potrebbe rivedere Marco Carparelli in campo dal primo minuto. �Il giocatore sta bene, � in forma ed � a disposizione, dopo di che la formazione, come sempre, la decideremo dopo l�ultimo allenamento. Carparelli adesso deve chiarire con se stesso e con la societ� il suo ruolo, ma per noi � sicuramente un elemento importante che pu� darci una grande mano�. Un altro che potrebbe rivedersi in campo � Marco Ilari, giocatore che ha incontrato qualche difficolt� in questa stagione, non riuscendo ad esprimere in pieno tutto il suo potenziale: �Purtroppo Ilari ha avuto dei fastidi nelle scorse settimane, ma ha fatto presto a rimettersi in sesto. E� un ragazzo serio, con molta voglia di crescere e alla lunga credo che questo atteggiamento pagher�. Insomma, per rivedere il vero Pisa quanto tempo ci vorr� ancora? �Come hanno detto i giocatori in settimana, bisogner� stringere i denti ancora per qualche settimana, far passare questo momento e sono sicuro che potremo tornare ad essere quelli di prima, perch� stiamo allenandoci con intensit� e, ripeto, questa � l�unica ricetta per passare questo momento difficile e riprenderci dai due schiaffoni ricevuti in questo avvio di 2012�.

Il mercato. Il Casale, dove gi� milita l�ex terzo portiere nerazzurro Adornato, ha chiesto Gatto: con l�okay del giocatore, l�affare pu� andare in porto. Si � nel frattempo assai complicato il passaggio di Bellazzini allo Spezia: quando sembrava tutto fatto, la trattativa ha avuto uno stop. Non ci sarebbe l�accordo sull�ingaggio da corrispondere al giocatore. Lo stesso Bellazzini, che era il principale obiettivo di mercato del Pisa, ha smentito di aver rifiutato lo Spezia. Ma il club ligure � comunque irritato per il contrattempo, quando ormai mancava solo l�annuncio ufficiale.

A fronte di questi sviluppi pu� il Pisa pensare di tornare in corsa per il giocatore del Cittadella? L�impressione � che sia improbabile. Secondo quanto dicono a La Spezia, la trattativa si era snodata sulla base di 200mila euro per il prestito da pagare al Cittadella, con diritto di riscatto gi� fissato intorno ai 500mila euro. Cifre sulle quali la societ� nerazzurra, come quasi tutte quelle di Lega Pro, non si pu� avventurare. Pi� facile dunque che i nerazzurri proseguano nella ricerca di valide alternative per rinforzarsi sulle fasce, soprattutto su quella destra.

Fonte: iltirreno
Foto: Antonello Forcelli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui