Corda: “Il girone di ritorno sarà un altro campionato, 2 attaccanti e un 2001 per migliorare la rosa”

0
137 views

“Sicuramente dopo la tempesta è uscito il sole e dobbiamo vederla così. È stata una ferita pesante e gigantesca per la tifoseria e per la città di Foggia. È una piazza che merita categorie importanti. Dobbiamo essere però soddisfatti perché a luglio non c’era niente mentre ora siamo primi in classifica. Vorrei cancellare in fretta la sconfitta contro il Fasano ed il Sorrento. Ho trovato un ambiente che ci circonda straordinario. Sono contento che siamo riusciti a far passare un Natale sereno ai tifosi. Qualcuno arriverà sicuramente dal mercato speriamo che arrivi nei primi dieci giorni di gennaio. Per migliorare la rosa potrebbero servire anche due attaccanti e un 2001 dovrebbe arrivare. Il girone di ritorno sarà un altro campionato. Il Bitonto ha fatto un girone di andata ottimo e noi con numeri più modesti dei loro siamo a pari punto. Dipende più da noi che dagli altri vincere o no questo campionato. La squadra dopo 6 giorni di vacanza dal punto di vista fisico ha lavorato bene. Nessuno si allontanerà da Foggia a Capodanno perché abbiamo la partita e deve essere una festa sobria. Gemmi ed Anelli sono tornati nel gruppo e stanno lavorando molto bene con continuità. Purtroppo Salvi ha avuto un risentimento all’adduttore. Al 90% i campionati si vincono a 74 punti ma non firmerei per i punti ma per arrivare ad un punto sopra al Bitonto. Per come sono nate le cose il voto di questi 6 mesi potrebbe essere 8. Dobbiamo lavorare e fare ancora meglio perché gennaio sarà un mese difficile. Ho sempre timore della partita prima della sosta e di quella dopo. Quest’anno non ho dato il primo di gennaio libero ma ci si allena perché abbiamo una partita difficile contro il Fasano domenica. Se vogliamo fare un salto di qualità non dobbiamo avere punti deboli contro le squadre. L’anno solare per me è stato meraviglioso al di là dell’esser tornato in panchina ho fatto una marea di punti e vorrei replicare il prossimo anno anche se fare questi numeri e difficile. Non sono mai stato in una piazza come Foggia ed amo tutto sia il positivo che il negativo. Vorrei migliorare l’avere meno sbalzi di umore anche se sarà molto difficile. L’inizio non è stato incoraggiante ma i risultati sono figli di qualsiasi umore. Non bisogna mai promettere nulla ma fare gradino per gradino. Uniti dobbiamo raggiungere un obiettivo difficilissimo. Nessuno ci regalerà niente. Carboni ne avrà ancora per 15 giorni e dopo Agropoli tornerà in gruppo. Chi non è venuto a giocare qui ha probabilmente sbagliato le proprie scelte. Ci sono quattro o cinque profili di giocatori che potrebbero fare al caso nostro e ci stiamo lavorando. Ci sono dei giocatori che hanno fatto bene in serie D mentre in serie C non stanno facendo bene. È giusto che ci credano anche le squadre che stanno dietro e magari una potrebbe riuscire a fare un balzo in avanti. Mi aspetto di portare a casa l’obiettivo promozione sarà difficile ma lavoreremo per raggiungerlo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui