Cavese, sfida al passato

0
29 views

CAVA DE’ TIRRENI. Alla Cavese servono i tre punti, per migliorare la situazione di classifica e anche per evitare un eventuale raffronto con le tre precedenti stagioni. Infatti domenica prossima giungerà un tecnico sotto la cui gestione i blu hanno iniziato una lunghissima serie positiva. La speranza dei sostenitori aquilotti è che arrivi la seconda vittoria, e magari contro quell’avversario in particolare. Mentre Campilongo deve fare i conti con l’assenza per squalifica del suo attaccante Del Core, invece Aldo Ammazzalorso può consolarsi col miglioramento della condizione di alcuni calciatori. Ieri si sono infatti ritrovati all’allenamento del Simonetta Lamberti, in un’atmosfera più distesa, i giocatori aquilotti. Oltre a quelli già disponibili per Venezia si sono aggiunti anche Catalano, Grieco, Zaccagnini, Petrazzuolo e Bernardi. L’ex Grieco se tutto va bene potrebbe rientrare anche tra i convocati, così come l’altro ex Catalano. Restano assenti Aquino e Panarelli per i quali non c’è possibilità di recupero prima di un mese. Si parlava di un’atmosfera più distesa in quanto i sostenitori aquilotti hanno badato soprattutto a discutere tra loro circa la prestazione offerta dalla loro squadra allo stadio Penzo. Qualche perplessità ancora per i cambi decisi da Aldo Ammazzalorso, ma il pensiero dei tifosi di Cava va alla prossima partita contro il Foggia. In classifica si trovano meglio i Satanelli, che al momento al pari del Manfredonia stanno tenendo botta per quello che concerne la rappresentanza meridionale nel girone A, quindi una eventuale vittoriadella Cavese rimetterebbe tutto in sostanziale, ma non assoluto equilibrio. Il giudizio di Ammazzalorso (nella foto) sulla sconfitta del Penzo, poi uno sguardo ai prossimi impegni che saranno determinanti ai fini della classifica: «Le difficoltà incontrate nel finale di Venezia sono state frutto soprattutto di errori sui calci piazzati. Non siamo stati capaci di arginare quel momento lì. Comunque stiamo migliorando dal lato fisico e tattico, perché almeno per una settantina di minuti siamo stati capaci di giocare bene sia tatticamente che fisicamente. È mancato solo che riuscissimo a realizzare qualche gol in più, perché avevamo anche le occasioni per poter raddoppiare. Mi rinfranca il fatto che abbiamo recuperato un po‚ tutti gli infortunati, salvo Aquino, dovremo verificare questa settimana la tenuta fisica di tutti soprattutto di quelli che sono stati fuori per più tempo. I cambi di Venezia? Avevo tre difensori a disposizione, Giampaolo non era pronto e non si sentiva sicuro di giocare, perché rischiava magari una ricaduta come gli era successo anche a Crotone. Con Geraldi intendevo inserire un difensore per prendere più palloni di testa. Quando recupererò la maggior parte dei giocatori vedremo come stanno tutti: ci sono anche tre partite nello spazio di 8 giorni, Foggia, Monza e Novara, e in queste partite cercheremo di ottenere il massimo dei punti disponibili: domenica volevo vincere ed è purtroppo arrivata la sconfitta».
Fonte: Il Roma
Fonte foto: forzacavese.net

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui