Castelli:”Siamo un gruppo valido, La rissa? Non mi rimprovero niente”

0
14 views

Il portiere del Foggia Antonio Castelli è pronto a riprendersi la sua porta. L’aveva lasciata nella finale di andata dei play off, per poi accomodarsi in panchina anche quando tutti si aspettavano di vederlo al posto di Marruocco ormai partito per il Cagliari. Nonostante le anticipazioni della vigilia Castelli preferisce rimanere con i piedi per terra:”Non ho ancora la sicurezza di giocare ma naturalmente sono a disposizione del mister, voglio farmi trovare pronto sperando di riuscire a dare sempre il massimo”. Intanto, in attesa della sua prima apparizione da titolare in campionato, è notizia di ieri della chiusura delle indagini della giustizia ordinaria sui fatti di Salernitana – Foggia, con il conseguente coinvolgimento (tra i partecipanti alla rissa) del portierone rossonero. “Quello che è successo a Salerno è una cosa molto grave –sottolinea Castelli- ma non ho da rimproverarmi niente. Nel calcio esistono cose molto più gravi che magari non vengono rimarcate. Sono comunque sereno e tranquillo, anche se valuto fuori luogo questa decisione”. Allora non resta che scaricare la rabbia in campo conto la Pro Patria in una gara delicata dopo il due a zero di Sesto:”E´ stata una sconfitta pesante ma domenica vogliamo dare una svolta al campionato e fare una buona prestazione. La Pro Patria è una buona squadra che sa gestire il contropiede. Poi Tramezzani è molto pericoloso sui calci piazzati”. Per battere i bustocchi il Foggia si è chiuso per tre giorni nel ritiro di Roma:”Ritiro che ci è servito perchè ci ha dato la possibilità di conoscerci meglio tecnicamente e tatticamente, visto che il gruppo è quasi nuovo. Un gruppo sul quale mi sento di scommettere perché competititvo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui