Cantoro a Calciofoggia.it: “Gli stimoli non mancano, tocca a noi sbloccarci”

0
18 views

Se questo è l´anno zero per il nuovo Foggia, questa è la stagione chiave per Luxas Maximilian Cantoro. Attaccante argentino, ventisei anni, dote migliore il tiro, dopo quattro anni a girovagare in società minori (Monza, Isernia e Sansovino) ha la possibilità di fare il cosìdetto salto di qualità in una piazza blasonata come quella rossonera. Arrivato solo in agosto, la punta ex Velez Sarsfield si sta pian piano calando nella mentalità che mister Morgia vuole imporre al gruppo, anche se ammette che ci vorrà anche un pò di tempo per apprendere alla lettera gli schemi di gioco: “La condizione fisica è molto più veloce acquisirla, credo che basti ancora un breve periodo e saremo al top – commenta il giocatore sudamericano – Per ciò concerne gli schemi tattici, invece, penso che l´intervallo di tempo sia maggiore; dobbiamo imparare a mantenere la posizione, a farci trovare nel momento giusto, e solo giocando le partite potremo riuscire ad apprendere quello che il mister vuole. Credo, però, che siamo già a buon punto, domenica abbiamo reagito bene dopo il gol subito. Naturalmentre viviamo con amarezza l´attuale posizione in classifica, però cerchiamo anche di dimenticare le scorse partite per preparare al meglio quelle future”. Intanto, oltre lo zero in classifica incombe anche eliminare il numero zero dal tabellino dei gol realizzati: “Sicuramente questa è una cosa da fare al più presto, specie per noi attaccanti. Siamo in tanti, ci stiamo conoscendo pian piano e dobbiamo sbloccarci al più presto. Le varianti ci sono, per ciò che mi concerne io mi alleno col massimo impegno poi tocca poi al mister scegliere chi secondo lui sta meglio”. Con Cantoro al centro della linea d´attacco cambia anche il modo di giocare del Foggia: “Credo che sia un´impostazione diversa rispetto alle caratteristiche dell´attaccante dello scorso anno (Cellini, ndr). Lui era molto bravo di testa mentre io preferisco arrestare la palla per poi provare la conclusione girandomi, o magari facendo da sponda per i miei compagni”. Domenica, infine, incombe la seconda trasferta di campionato, avversario di turno l´ostico Martina: “A mio parere tutte le gare sono difficili, dalla prima all´ultima. Gli stimoli però non ci mancano, sarà importante fare una grande gara, specie per i nostri tifosi, cercando magari di portare a casa qualche punto prezioso”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui