Campionati Dilettanti: il giudice sportivo

0
19 views

Eccellenza Pugliese:
Società:
Società Mesagne sanzionata con un punto di penalizzazione.
Calciatori:
Sisalli (Nuova Nardò Calcio fino al 29.02.2008.
2 gare Pasculli (Atletico Corato) Coppola (Mesagne) Malerba (Nuova Nardò Calcio)
1 gara Baicu (A. Toma Maglie) Striano (A. Toma Maglie) Carrino (Copertino) De Benedictis (Copertino) Urbano (Copertino) Vicenti (Liberty Bari 1909) Giannini (LUCERA CALCIO) Schiavone (Massafra) Bruno (Mesagne) Lanciano (Nuova Nardò Calcio)

Promozione Girone A:
nessun provvedimento.

Prima Categoria Girone A:
Commissione Disciplinare:
Gara Europa Grumese–SAN GIOVANNI ROTONDO del 28.10.2007
Reclamo del SAN GIOVANNI ROTONDO per la riforma della delibera adottata dal G.S. c/o il Comitato Regionale Puglia di cui al C.U. n. 26 del 15.11.2007 e per l’adozione a carico dell´Europa Grumese della punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0-3 in favore del SAN GIOVANNI ROTONDO;
Reclamo dell´Europa Grumese per la riforma della delibera di cui al C.U. n. 26 del 15.11.2007 relativa alle punizioni sportive di penalizzazione di tre punti in classifica e di disputa di due gare a porte chiuse ed in campo neutro.
Esaminati gli atti ufficiali; uditi i rappresentanti di entrambe le società reclamanti; sentito l’arbitro che ha reso supplemento di rapporto; disposta la riunione dei due reclami succitati per motivi di connessione oggettiva; considerato che a seguito delle indagini, esperite è risultato:
a) che l’aggressione subita dal calciatore Castriota Matteo (n. 8 del SAN GIOVANNI ROTONDO) si è verificata alla fine del primo tempo, allorchè si dirigeva negli spogliatoi a fianco all’arbitro;
-che l’aggressione succitata, improvvisa ed inaspettata è stata effettuata da “….quattro persone estranee sia ai giocatori che ai dirigenti delle due squadre; ….” (testuale dal supplemento di rapporto dell’arbitro);
b) – che le lesioni subite dal giocatore Castriota sono state particolarmente gravi, tanto da richiedere l’intervento di un’autoambulanza ed il suo ricovero presso il Policlinico di Bari, con una prognosi di 15 gg. e l’adozione di collare cervicale, terapia antalgica e miorilassante;
c) che a seguito e per effetto della succitata aggressione si verificava “una rissa che, per il numero delle persone coinvolte era divenuta (per l’arbitro – n.d.r.) incontrollabile….” (testuale – ibidem).
d) che veniva sollecitato l’intervento della forza pubblica giunta dopo circa 20 minuti – a dire dell’arbitro – “numerosa”;
e) che dopo l’arrivo della forza pubblica, l’arbitro, nell’uscire dal suo spogliatoio, notava “…..un signore, che indossava la tuta del SAN GIOVANNI ROTONDO, disteso per terra con una ferita sanguinante del capo ….” (ibidem) e che “….questa persona veniva soccorsa dalla polizia e da altre persone….” (ibidem);
f) che, su sollecitazione della polizia, l’arbitro veniva invitato “….a rimanere nello spogliatoio fino a quando non “lo” (n.d.r.) avessero autorizzato ad uscire per riprendere la gara; autorizzazione che “gli” (n.d.r.) venne data dopo circa mezz’ora da tale momento ….” (testuale – ibidem);
ritenuto pertanto che:

– dalle indagini esperite, le vicende innanzi rappresentate (cioè le aggressioni del calciatore Castriota e del sostenitore del SAN GIOVANNI ROTONDO -non meglio identificato-; la rissa, l’intervento massiccio della polizia ed il suo ordine impartito all’arbitro di sostare nel suo spogliatoio per oltre 30 minuti oltre i 20 di sospensione già trascorsi; la necessità di ricovero con autoambulanza del calciatore Castriota; le gravi lesioni da quest’ultimo subite etc.), appaiono diverse e ben più gravi rispetto a quelle potute esaminare dal Giudice sportivo, sulla base del solo referto arbitrale a sua disposizione;
– che a giudizio di questa Commissione le vicende succitate costituiscono indubbiamente, non solo e non tanto una alterazione del potenziale atletico del SAN GIOVANNI ROTONDO; ma anche fatti e situazioni, tali da influire sul regolare svolgimento della gara, impedendone quindi la regolare effettuazione (nonostante l’apparente normalità avvertita dall’arbitro, tale da fargli ritenere possibile una ripresa della gara dopo 50 minuti di sospensione).
tutto ciò premesso, la Commissione Disciplinare, in accoglimento del reclano proposto dal SAN GIOVANNI ROTONDO ed a parziale -ma con diversa motivazione- accoglimento di quello proposto dall’Europa Grumese;
in riforma dei provvedimenti disciplinari adottati dal Giudice Sportivo di cui al CU. n. 26 del 15.11.2007 delibera di:

I. infliggersi all´Europa Grumese la sanzione della punizione sportiva della perdita della gara Europa Grumese–SAN GIOVANNI ROTONDO del 28.10.2007 con il punteggio di 0-3 a tavolino in favore del SAN GIOVANNI ROTONDO;
II. annullarsi – per l’effetto – la conferma del risultato della gara di 3 – 2 in favore dell´Europa Grumese conseguito sul campo;
III. annullarsi conseguentemente, la punizione sportiva della penalizzazione di tre punti in classifica posta a carico dell’Europa Grumese;
IV. confermarsi la punizione sportiva a carico dell’Europa Grumese della disputa di due gare a porte chiuse ed in campo neutro;
V. non addebitarsi entrambe le tasse atteso l’accoglimento integrale del reclamo proposto dal SAN GIOVANNI ROTONDO ed il sostanziale parziale accoglimento del reclamo proposto dall’Europa Grumese.

Seconda Categoria Girone A:
Calciatori:
1 gara De Feudis (FOGGIA INCEDIT) Grande (NUOVA U.S. PIETRA)

Coppa Puglia:
Calciatori:
2 gare Tedeschi (Atletico Modugno) Inguscio (Neretina Calcio)
1 gara Calicchio (Alberobello) Napoletano (Alberobello) Bruno (ARPIFOGGIA) Giaquinto (Atletico Modugno) Milella (Atletico Modugno) Cirrottola (Avanti Delfini Altamura) Tommasi (Commenda Brindisi) Gaetani (Martano) Filoni (Neretina Calcio) Guido (Neretina Calcio) Angelini (Otranto) Semeraro (Putignano Calcio) Di Bari (Real Barletta) Fasciano (Real Barletta) La Torre (SAN GIOVANNI ROTONDO) Potenza (United Taurisano)

Terza Categoria Girone A:
Società:
Gara CALCIO TEAM SAN NICANDRO GARGANICO-POGGIO IMPERIALE omologata con il punteggio di 3 – 0 a tavolino.
Società POGGIO IMPERIALE sanzionata con un punto di penalizzazione.
Calciatori:
2 gare Pirro (ATLETICO PESCHICI)

Terza Categoria Girone B:
Calciatori:
In relazione alla gara REAL SAN SEVERO-SAMMARCO del 11.11.2007 il giudice sportivo esaminati gli atti ufficiali dispone la revoca della sospensione cautelativa a carico del capitano della società SAMMARCO Vincitorio Massimiliano e sanziona a carico del calciatore Lasala Dario (SAMMARCO) la squalifica per cinque giornate effettive.
2 gare Laviola (GIOVENTU´ CALCIO CERIGNOLA)
1 gara Sgarro (GIOVENTU´ CALCIO CERIGNOLA) Moscarella (ORTA NOVA) Lamacchia (ZAPPONETA)

Terza Categoria Girone C:
nessun provvedimento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui