Busellato in conferenza:”la prestazione conta poco, contano i punti”

0
10

Ecco le parole in conferenza stampa di questo pomeriggio di Massimiliano Busellato:
Lᄡottimismo cᄡera prima di Palermo, senza non si va da nessuna parte, fare un punto ci ha dato consapevolezza, affrontiamo ogni partita come se fosse una finale.

Sono arrivati ottimi giocatori, ci daranno una mano e sono contento del loro arrivo.

Il modo in cui siamo riusciti a soffrire � fondamentale, � un pregio non tutti lo sanno fare, era una squadra davvero forte il Palermo , fisicamente � di un altra categoria, abbiamo sofferto nel primo tempo e quando sono calati siamo usciti fuori noi, si poteva sia vincere che perdere, il punto alla fine � il risultato migliore.

Per i centrocampisti il modulo nuovo cambia davvero poco , perch� al centro siamo sempre 3, � un modulo che mi piace abbastanza e preferisco il ruolo di mezzala, sono contento di essere impiegato in questa maniera.

Sono contento di esser tornato a giocare titolare, � l�obiettivo di tutti, siamo in tanti e bravi, fa parte del calcio stare in panchina, ho lavorato tanto ed ho usato la sosta invernale per migliorare la condizione fisica, � fondamentale per il mio ruolo.

Io sto bene, quando ho visto che cristian stava entrando per alberto ho chiesto al mister per un crampo che preferivo uscire io, col Pescara � molto importante faremo di tutto per la vittoria perch� ora i punti sono pi� pesanti, hanno un obiettivo diverso dal nostro, ma cercheremo di portare a casa la vittoria.

Ho lottato pi� di qualche anno per la salvezza, � una lotta particolarmente difficile, non bisogna pensare che quando si esce dai playout sia finito tutto, bisogna pensare da perdenti e aver paura di retrocedere, con quella paura avere una carica in pi�.

Bisogna essere realisti, si parlava di Playoff quando avevamo ancora la penalizzazione, oggi sono contento che abbiamo capito che l�obiettivo � un altro ed � in testa a tutti.

Queste sono scelte che spettano al mister, � stato strano vedere Kragl giocare avanti a me, ma sono scelte che toccano al mister, sono cose tattiche, ci� che piace a me non conta molto.

Mi sono trovato subito bene, non ho avuto difficolt� sotto l�aspetto ambientale o fisico, ci sono stati soprattutto errori miei che spero di non fare pi� e dare il meglio di me fino alla fine della stagione.

Vorrei sapere perch� ci manca continuit�, non riusciamo, ma obiettivamente se avessimo dato una continuit� non saremmo nei playout, siamo ancora alla ricerca del vero problema, da risolvere il prima possibile, le prestazioni ed i risultati devono portare pi� punti possibili, la prestazione conta poco, ci interessa fare punti.

Io personalmente guardo solo il Cosenza spero di prenderlo il prima possibile, ma loro vengono da 2 vittorie, bisogna vincere e guardare le altre, spero che le altre perdano punti, ma � fondamentale adesso riuscire ad agganciare il Cosenza.

foto: Federico Antonellis

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui