Ascoli, Cosmi: �Rigore molto dubbio. Prestazione diversa rispetto alla Salernitana�

0
29 views

Mister Serse Cosmi si � presentato nella sala stampa dello stadio “Penzo” al termine del match perso 1-0 dall´Ascoli Picchio contro il Venezia nella 30esima giornata del campionato di Serie B. Per i bianconeri � arrivata la terza sconfitta consecutiva, il tecnico � stato allontanato nei minuti finali per essere uscito dall´area tecnica.

“Un po´ di nervosismo nel finale? Il mio allontanamento dalla panchina nel finale � stato dovuto al fatto che ero uscito dall´area tecnica per incitare un mio giocatore ad andare a saltare – ha detto Cosmi -. Gli arbitri hanno sempre molta attenzione verso gli allenatori. Ho visto un rigore molto dubbio per il Venezia, ho visto quattro ammonizioni e un´espulsione nostra senza nessun cartellino per il Venezia. In questi casi, sul rigore, c´� tanta furbizia del giocatore e un pizzico di ingenuit� del nostro giocatore. Dalla panchina era impossibile vedere se c�era o meno rigore e sarei disonesto se mi esprimessi in un senso o nell�altro. Mancata nostra reazione? Noi lavoriamo in un contesto particolare, per tutto il primo tempo non abbiamo subito neanche un tiro in porta. Nella ripresa dopo 50 secondi, come a Palermo, siamo andati sotto e il morale di certo non pu� salire. Abbiamo rischiato in occasione della traversa poi fino all´ultimo secondo ci abbiamo provato nonostante fossimo rimasto in 10. Tutti gli episodi della partita non ci sono stati a favore, la prestazione � stata comunque completamente diversa rispetto a quella della Salernitana. La squadra ha provato a reagire, ha commesso degli errori come li ha commessi il Venezia nel contesto di una gara equilibrata, soprattutto se pensiamo che erano di fronte quinta in classifica contro penultima. Non voglio per� piangere sulle situazioni arbitrali, ma pensare ai nostri problemi. Mi sono chiesto anche io quando fosse stato ammonito De Santis per la prima volta. Domizzi ha tirato gi� Monachello nel primo tempo e non � stato fischiato nemmeno fallo. Tra la nostra rosa e quella del Venezia ci sono cinque secoli di differenza sul piano dell´esperienza, loro rischiano pochissimo e sono bravi a concretizzare le occasioni che gli capitano. La situazione era pesante per noi anche prima della partita, il pareggio non ci avrebbe risollevato ma ci avrebbe dato morale. Buttiamo gi� questo altro boccone amaro, purtroppo ogni sconfitta diventa pi� dolorosa rispetto a quello che effettivamente �. Dobbiamo allenarci per trovare un minimo di forza e serenit� e provare a vincere la prossima gara con la Ternana”.

fonte: picenotime.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui