Una rondine non fa primavera, Foggia-Bisceglie 1-3

0
634 views
Foto: Antonello Forcelli

Nel recupero della 1^ giornata di campionato di Lega Pro girone C sono scese in campo le due formazioni inizialmente indicate con Y ed X per la formulazione dei calendari, rispettivamente Foggia e Bisceglie. I satanelli reduci dai 3 punti inaspettati conquistati in casa ai danni del Potenza, mentre gli ospiti venivano dalla sconfitta interna di misura nella gara contro la Turris.

Il Foggia parte arrembante così come è stato nella gara di domenica scorsa contro il Potenza, gli uomini di Bucaro si limitano a tenere bene il campo e contenere l’azione della squadra di casa. Al 3′ minuto di gioco la prima occasione della gara, su calcio di punizione ben battuto da Curcio salta Germinio di testa schiacciando il pallone verso la porta, il rimbalzo però termina fuori dallo specchio. Si replica al minuto 5, punizione dalla medesima posizione questa volta per la testa di Anelli che manda la palla alta sulla traversa. Al 10′ minuto il Foggia passa in vantaggio: Kalombo indirizza un pallone verso Dell’Agnello che va incontro alla sfera e lancia in area Vitale, il centrocampista rossonero pressato finisce a terra ma riesce a calciare verso il centro trovando la sfortunata deviazione di un difensore che indirizza la palla sui piedi di Curcio che spedisce magistralmente la palla in rete di prima alla destra di Spurio. Episodio partita due minuti più tardi con Rocco che viene atterrato in area da Gavazzi in seguito ad un lancio in profondità, per l’arbitro non ci sono dubbi: calcio di rigore per il Bisceglie ed espulsione diretta del difensore rossonero per fallo da ultimo uomo. Sul dischetto si presenta l’ex di turno Cittadino che allo scoccare del 14′ insacca Fumagalli che aveva intuito la traiettoria, è 1-1 allo Zaccheria. Minuto 26 calcio di punizione per il Foggia, calcia il solito Curcio con la sfera che finisce poco lontana dall’incrocio della porta dei nerazzurri.

La seconda frazione parte ad un ritmo più blando, nessuna delle due squadre vuole scoprire il fianco, al 56′ minuto parte Kalombo in una serpentina solitaria, serve la palla a Gentile che preferisce calciare malamente rasoterra incrociando sul secondo palo, piuttosto che servire Dell’Agnello solo in area di rigore. 60′ nuovo calcio di punizione battuto dal numero 10 foggiano, ancora una volta finisce di poco alto sulla traversa… subito dopo si fa vedere il Bisceglie con una conclusione centrale dalla lunga distanza di Giron, l’estremo difensore rossonero riesce a respingere la sfera che Anelli spazza via magistralmente anticipando gli attaccanti ospiti. Al 63′ i satanelli usufruiscono di un nuovo calcio di punizione, Curcio riesce a servire in area Dell’Agnello che calcia debolmente verso la porta trovando probabilmente un braccio del numero 23 avversario, l’arbitro fa segno che si può proseguire. Al 72′ gli ospiti passano in vantaggio allo Zaccheria grazie ad un cross basso di Maimone, due gli interventi fuori tempo dei satanelli prima che la sfera venga calciata di prima verso la porta da Rocco. Il Bisceglie potrebbe arrotondare il vantaggio nei minuti seguenti, prima al 75′ con Sartore che manda alto solo davanti a Fumagalli un pallone delizioso giunto dal cross di Maimone, poi al 91′ dopo un recupero a centrocampo di Sartore che in velocità si dirige davanti alla porta rossonera e prova lo scalino mandando la palla alta anzichè servire il compagno libero a centro area. Davvero poca cosa il Foggia in questa ripresa se non per un guizzo solitario di Kalombo al 85′ che termina giù poco fuori area dopo il contrasto di un difensore. Non c’è pace per i rossoneri ed al 94′ minuto di gara arriva il secondo calcio di rigore avverso, Garofalo stende ingenuamente in area di rigore Rocco e dal dischetto segna la sua doppietta personale Andrea Cittadino, subito dopo il signor Nicolini di Brescia sancisce la fine della gara.

Brutta battuta d’arresto per il Foggia in casa, ci si aspettava tanto dopo la bella prestazione offerta domenica scorsa contro il Potenza, probabilmente ha pesato sulla gara l’espulsione così presto del pilastro portante della difesa. I satanelli non sono stati in grado di riorganizzarsi e portare avanti azioni offensive di rilievo nel corso della gara se non per mezzo di calci piazzati. Si viaggia adesso verso il Ceravolo di Catanzaro per disputare la 5^ giornata di campionato con la squadra di casa reduce dal pareggio a reti bianche esterno contro la Vibonese.

Tabellino

Foggia – Bisceglie 1-3
10’ Curcio (Fog), 13’ rig. e 95’ rig. Cittadino (Bis); 73’ Rocco (Bis)

Foggia (3-5-2): Fumagalli; Anelli (77’ Tascini), Gavazzi, Germinio; Kalombo, Vitale, Raggio Garibaldi (69’ Agostinone), Gentile (67’ Garofalo), Di Masi; Curcio (77’ Naessens), Dell’Agnello (67’ D’Andrea)
A disp.: Di Stasio, Ndiaye, Iannone, Morrone, Aramini, Pompa
All.: Marchionni

Bisceglie (4-3-3): Spurio; De Marino (78’ Pelliccia), Priola, Vona, Giron (63’ Tarantino); Maimone, Cittadino, Zagaria (46’ Ferrante); Vitale (63’ Padulano), Rocco, Mansour (63’ Sartore)
A disp.: Russo, Manfrellotti, Sapri, Cigliano Laraspata, Musso, Lauria
All.: Bucaro

Arbitro: Nicolini di Brescia
1° Assistente: Donato di Milano
2° Assistente: Marinetti di Lovere
Quarto Ufficiale: Grasso di Ariano Irpino

Ammoniti: 6’ Zagaria (Bis), 28’ Vitale (Bis), 39’ Vitale (Fog), 45’+1 Anelli (Fog), 66’ Ferrante (Bis), 80’ Vona (Bis), 80’ Germinio (Fog)
Espulsi: 12’ Gavazzi (Fog)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui